1960-1969Formula 1On this day

Graham Hill, inaugura la stagione 1963, vincendo il GP di Monaco

Il 26 maggio 1963, si disputò il round d’apertura del campionato del mondo di Formula 1.
I team BRM e Lotus non cambiarono i loro alfieri con Hill affiancato da Ritchie Ginther, mentre al fianco di Clark rimase Trevor Taylor.
locandina gp monaco 1963La Cooper proseguì il programma dello scorso anno, mantenendo in formazione Bruce McLaren e Tony Maggs, mentre il ritiro della Porsche nel mondiale, portò al trasferimento di Dan Gurney nel team di Jack Brabham , con la nuova BT7. Jo Bonnier passò al team di Rob Walker.
Reg Parnell, a causa di una serie di problemi finanziari, dovuti al main sponsor, Yeoman Credit, finì per liquidare John Surtees, che accettò l’offerta di correre per la Ferrari, in sofferenza dopo la partenza di molti tecnici, tra cui Carlo Chiti fondatore del team ATS. A Surtees si unì il pilota belga, Willy Mairesse.

Nelle qualifiche, la pole position andò a Jim Clark, affiancato, in prima fila da Graham Hill. Terzo tempo per la Ferrari di Surtees, davanti a Richie Ginther con la seconda BRM e Innes Ireland con la Lotus. Gli ultimi 5 piloti che completarono la top ten furono: Dan Gurney su Brabham, poi Willy Mairesse, Bruce McLaren, Trevor Taylor e Tony Maggs

Jim clark gp monaco 1963
© LAT Images

Al via, le BRM, di Hill e Ginther, passarono Clark, mentre Surtees scalò al 4° posto. La reazione dello “scozzese volante“, non si fece attendere e al 5° giro concretizzò il sorpasso su Ginther, mettendo nel mirino la BRM, di Hill che iniziò a perdere il ritmo, e passando l’inglese alla 18° tornata.

Le due BRM P57 non erano in gran forma, tanto da cedere il passo anche a Surtees, che li superò, rispettivamente, al 28° e al 57° passaggio. La sorte sorrise ai due piloti del team BRM: il primo fu Surtees, che dovette rallentare per un calo di pressione dell’olio, cedendo la posizione a Hill e Ginther e anche alla Cooper di Bruce McLaren.
Graham Hill gp monaco 1963
Poi il secondo colpo di scena al giro numero 78, che vide il ko della Lotus di Jim Clark, fino a quel momento leader incontrastato  della gara.

Questo spianò la strada a Graham Hill, che passò per primo sotto la bandiera a scacchi, davanti al compagno di squadra Ginther e regalando alla BRM un bella doppietta. Sul podio anche McLaren, invece arrivarono dei punti anche per Surtees, Tony Maggs e Trevor Taylor.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom BRM 02:41:49.700 100
2
9
2 5 United States Richie Ginther
United Kingdom BRM 02:41:54.300 100
4
6
3 7 New Zealand Bruce McLaren
United Kingdom Cooper-Climax 02:42:02.500 100
8
4
4 21 United Kingdom John Surtees
Italy Ferrari 02:42:03.800 100
3
3
5 8 South Africa Tony Maggs
United Kingdom Cooper-Climax +2 laps 98
10
2
6 10 United Kingdom Trevor Taylor
United Kingdom Lotus +2 laps 98
9
1
7 11 Sweden Jo Bonnier
United Kingdom Cooper-Climax +6 laps 94
11
0
8 9 United Kingdom Jim Clark
United Kingdom Lotus Gearbox 78
1
0
9 3 Australia Jack Brabham
United Kingdom Lotus Gearbox 77
16
0
RIT 14 United Kingdom Innes Ireland
United Kingdom Lotus Accident 40
5
0
RIT 20 Belgium Willy Mairesse
Italy Ferrari Gearbox 37
7
0
RIT 17 France Maurice Trintignant
United Kingdom Lola Clutch 34
14
0
RIT 4 United States Dan Gurney
United Kingdom Brabham Differential 25
6
0
RIT 12 United States Jim Hall
United Kingdom Lotus Gearbox 20
13
0
RIT 25 Switzerland Jo Siffert
United Kingdom Lotus Engine 3
12
0
DNS 15 New Zealand Chris Amon
United Kingdom Lola Trintignant raced car 0
15
0
DNQ 24 France Bernard Collomb
United Kingdom Lotus No Time 0

0
WD 1 United States Phil Hill
Germany ATS Car not ready 0

0
WD 2 Italy Giancarlo Baghetti
Germany ATS Car not ready 0

0
WD 16 United Kingdom John Campbell-Jones
United Kingdom Lotus Gearbox damaged 0

0
WD 18 United Kingdom Ian Burgess
United Kingdom Scirocco Car not ready 0

0
WD 19 United States Tony Settember
United Kingdom Scirocco Car not ready 0

0
WD 22 Argentina Nasif Estéfano
Italy De Tomaso No Time 0

0
WD 23 Italy Lorenzo Bandini
United Kingdom BRM Car repossessed by BRM 0

0
WD 24 Netherlands Carel Godin de Beaufort
Germany Porsche No Time 0

0

Sorgente
Credit foto
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button