1970-1979Formula 1On this day

GP Monaco 1971: Stewart domina Monte Carlo

Il 23 maggio 1971 andò in scena la terza gara della stagione di Formula 1 dopo una pausa di cinque settimane. Fra il Gran Premio di Spagna e quello di Monaco i piloti si cimentarono nel BRDC International Trophy a Silverstone; una gara che vide la lotta fra le vetture di Formula 1 e quelle della Formula 5000 motorizzate Chevrolet. Jackie Stewart, vincitore in Spagna, riuscì ad aggiudicarsi la prima manche ma poi si dovette arrendere per un problema tecnico subito la prima curva, questo inconveniente favorì  Graham Hill che si aggiudicò il trofeo a bordo della sua Brabham.

Arrivati nel Principato di Monaco, gli organizzatori decisero che alla gara potevano partecipare 18 vetture anziché le solite 16 eliminando di fatto il complicato sistema dei posti garantiti in griglia. Questo permise alle vetture più veloci di giocarsi la vittoria.

Le prove del sabato

Il giorno delle qualifiche fu Jackie Stewart a dominare aggiudicandosi la pole con un vantaggio di 1.2 secondi dalla Ferrari di Jacky Ickx. In seconda fila si piazzarono Jo Siffert su BRM e Chris Amon con la Matra. Quinta e sesta piazzola, rispettivamente per la seconda BRM di Pedro Rodriguez al fianco di Denny Hulme su McLaren. La top 10 si completò con il settimo posto di Jean-Pierre Beltoise su Matra, poi Ronnie Peterson con la March, Graham Hill e John Surtees.

Tra gli assenti d’eccellenza c’erano Emerson Fittipaldi solo 17° per problemi con la sua Lotus e Mario Andretti, addirittura fuori gara dopo le noie al motore legate alla sua Ferrari.

La gara

Prima della partenza Amon accusò diversi problemi; allo spegnimento dei semafori Stewart mantenne la posizione mentre Ickx dovette cedere la seconda posizione a Siffert che passò la Ferrari alla prima curva.

Graham Hill invece commise un errore e finì contro le barriere mentre, due giri dopo Tim Schenken con la seconda Brabham, nel tentativo di evitare la Tyrrell di Francois Cevert bloccata in pista per un guasto al motore andò a colpire le barriere. Per il pilota francese arrivò il ritiro mentre il pilota australiano della Brabham riuscì a proseguire la corsa.

Nei giri successivi Stewart aumentò gradualmente il proprio vantaggio sui diretti rivali, ma il pilota che infuocò gli spalti del Principato di Monaco fu Peterson. Il pilota svedese della March, partito ottavo riuscì a risalire la classifica superando prima Ickx e poi Siffert, guadagnandosi così la seconda piazza. Nel corso del 58° passaggio arrivò il ritiro di Siffert per un guasto al motore, permettendo a Hulme di guadagnare il quarto posto.

La gara si cristallizzò fino alla bandiera a scacchi regalando al pilota scozzese della Tyrrell la sua 14° vittoria in carriera. Sul secondo gradino del GP di Monaco 1971 salì Peterson, al suo primo podio della carriera, mentre per Ickx arrivò il terzo posto. Punti iridati anche anche la McLaren di Denny Hulme, seguito da Emerson Fittipaldi e Rolf Stommelen con la Surtees.

Sibillino a fine gara Jackie Ickx: “Abbiamo sbagliato i rapporti del cambio, avevo la prima marcia corta e la seconda troppo lunga. In più la Firestone aveva consigliato di montare la mescola B24 che poi si è dimostrata sbagliata; se i responsabili avessero seguito il mio consiglio, cioè di montare le B26, sono certo che sarei stato alla pari di Stewart”

L’ordine di arrivo del GP di Monaco 1971

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 11 United Kingdom Jackie Stewart
United Kingdom Tyrrell 01:52:21.300 80
1
9
2 17 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom March 01:52:46.900 80
8
6
3 4 Belgium Jacky Ickx
Italy Ferrari 01:53:14.600 80
2
4
4 9 New Zealand Denny Hulme
United Kingdom McLaren 01:53:28.000 80
6
3
5 1 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom Lotus +1 lap 79
17
2
6 24 Germany Rolf Stommelen
United Kingdom Surtees +1 lap 79
16
1
7 22 United Kingdom John Surtees
United Kingdom Surtees +1 lap 79
10
0
8 27 France Henri Pescarolo
United Kingdom March +3 laps 77
13
0
9 15 Mexico Pedro Rodríguez
United Kingdom BRM +4 laps 76
5
0
10 8 Australia Tim Schenken
United Kingdom Brabham +4 laps 76
18
0
RIT 14 Switzerland Jo Siffert
United Kingdom BRM Oil Pipe 58
3
0
RIT 21 France Jean-Pierre Beltoise
France Matra Differential 47
7
0
RIT 20 New Zealand Chris Amon
France Matra Differential 45
4
0
RIT 5 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari Accident 24
11
0
RIT 10 United Kingdom Peter Gethin
United Kingdom McLaren Accident 22
14
0
RIT 2 Sweden Reine Wisell
United Kingdom Lotus Wheel bearing 21
12
0
RIT 12 France François Cevert
United Kingdom Tyrrell Accident 5
15
0
RIT 7 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Brabham Accident 1
9
0
DNQ 16 New Zealand Howden Ganley
United Kingdom BRM No Time 0

0
DNQ 6 United States Mario Andretti
Italy Ferrari No Time 0

0
DNQ 18 Spain Alex Soler-Roig
United Kingdom March No Time 0

0
DNQ 28 United States Skip Barber
United Kingdom March No Time 0

0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.