1950-1959Formula 1On this day

GP Italia 1952: Alberto Ascari su Ferrari è Campione del Mondo di F1

Il 7 settembre 1952, iniziò la lunga e gloriosa storia della Ferrari con Alberto Ascari che vinse il Gran Premio d’Italia, regalando alla scuderia di Maranello, il primato nella classifica costruttori.
Il circuito brianzolo vide un vero trionfo delle rosse con tre Ferrari nelle prime quattro posizioni: fu la Maserati di José Froilán González a rovinare la parata del “Cavallino” all’Autodromo Nazionale di Monza.

Anche se il pilota italiano di Milano, si era già laureato Campione del Mondo lo scorso agosto in Germania, la Ferrari regalò ai suoi sostenitori un bello spettacolo portando in pista il massimo sforzo. L’ultimo round della stagione 1952 vide la Scuderia di Maranello, portare in pista ben cinque vetture ufficiali affidate a: Alberto Ascari, Giuseppe Farina, Gigi Villoresi, Piero Taruffi e Andre Simon. La Maserati, invece schierò tre monoposto ufficiali, guidate da Felice Bonetto, José Froilán González e Franco Rol. Stessa configurazione per la Gordini con tre vetture affidate a Jean Behra, Maurice Trintignant e Robert Manzon e per la Connaught con Stirling Moss , Dennis Poore e Kenneth McAlpine.

Le qualifiche

Le qualifiche una prima fila composta da 4 vetture con la pole position di Alberto Ascari, affiancato dai due compagni Luigi Villoresi e Nino Farina, mentre a lato si affiancò il francese Maurice Trintignant con la Gordini.
Seconda fila per José Froilán González su Maserati con la Maserati, poi Piero Taruffi su Ferrari, Robert Manzon con la Gordini e André Simon con la quinta vettura del Cavallino.

La gara

Al via González si prese la leadership della gara seguito a vista da Ascari e Villoresi; dietro di loro si accodò la Maserati di Bonetto dopo una partenza lampo dalla 13° piazzola.

I tre iniziarono un bella lotta, che terminò dopo il lungo pit stop del pilota argentino delle Maserati che permise ad Ascari e Villoresi di andare avanti. González riuscì a superare Villoresi, ma ormai Ascari aveva accumulato un vantaggio di un minuto, tagliando per primo il traguardo, seguito dalla Maserati numero 26 e da Villoresi a completare il podio. Quarto posto per Farina dopo aver battagliato con Bonetto, che si aggiudicò gli ultimi due punti iridati.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 12 Italy Alberto Ascari
Italy Ferrari 02:50:45.600 80
1
8.5
2 26 Argentina José Froilán González
Italy Maserati 02:51:47.400 80
5
6.5
3 16 Italy Luigi Villoresi
Italy Ferrari 02:52:49.800 80
2
4
4 10 Italy Nino Farina
Italy Ferrari 02:52:57.000 80
3
3
5 22 Italy Felice Bonetto
Italy Maserati +1 lap 79
13
2
6 8 France André Simon
Italy Ferrari +1 lap 79
8
0
7 14 Italy Piero Taruffi
Italy Ferrari +3 laps 77
6
0
8 48 Brazil Chico Landi
Italy Maserati +4 laps 76
18
0
9 40 United Kingdom Ken Wharton
United Kingdom Cooper-Climax +4 laps 76
15
0
10 62 France Louis Rosier
Italy Ferrari +5 laps 75
17
0
11 50 Uruguay Eitel Cantoni
Italy Maserati +5 laps 75
23
0
12 30 United Kingdom Dennis Poore
United Kingdom Connaught +6 laps 74
19
0
13 36 United Kingdom Eric Brandon
United Kingdom Cooper-Climax +7 laps 73
20
0
14 2 France Robert Manzon
France Gordini +9 laps 71
7
0
15 38 United Kingdom Alan Brown
United Kingdom Cooper-Climax +12 laps 68
12
0
RIT 32 United Kingdom Stirling Moss
United Kingdom Connaught Suspension 60
9
0
RIT 46 Brazil Gino Bianco
Italy Maserati Engine 46
25
0
RIT 6 France Jean Behra
France Gordini Engine 42
11
0
RIT 42 United Kingdom Mike Hawthorn
United Kingdom Cooper-Climax Not classified 38
12
0
RIT 24 Italy Franco Rol
Italy Maserati Engine 24
16
0
RIT 4 France Maurice Trintignant
France Gordini Engine 5
4
0
RIT 28 United Kingdom Kenneth McAlpine
United Kingdom Connaught Suspension 4
22
0
RIT 18 Switzerland Rudi Fischer
Italy Ferrari Engine 3
16
0
RIT 34 France Élie Bayol
Italy Osca Gearbox 0
10
0
DNQ 70 Belgium Charles de Tornaco
Italy Ferrari Did not qualify 0

0
DNQ 58 Argentina Alberto Crespo
Italy Maserati Did not qualify 0

0
DNQ 60 Switzerland Toulo de Graffenried
Italy Maserati Did not qualify 0

0
DNQ 54 United Kingdom Peter Collins
United Kingdom HWM Did not qualify 0

0
DNQ 68 United Kingdom Peter Whitehead
Italy Ferrari Did not qualify 0

0
DNQ 56 Australia Tony Gaze
United Kingdom HWM Did not qualify 0

0
DNQ 64 United Kingdom Bill Aston
United Kingdom Aston Butterworth Did not qualify 0

0
DNQ 52 United Kingdom Lance Macklin
United Kingdom HWM Did not qualify 0

0
DNQ 20 Germany Hans Von Stuck
Italy Ferrari Did not qualify 0

0
DNQ 44 Italy Piero Dusio
Italy Cisitalia Did not qualify 0

0
DNQ 66 Belgium Johnny Claes
France Simca Did not qualify 0

0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button