fbpx
Formula 1Storia dei Gran Premi

GP Belgio: tanto leggendario quanto pericoloso

Quello di Spa-Francorchamps non è un tracciato comune: con le sue curve è il più bello ed impegnativo in assoluto. In più, il meteo instabile da sempre ha contribuito a regalare momenti memorabili nella storia della Formula 1

Quello di Spa-Francorchamps non è un tracciato comune: 7 km che si snodano tra le foreste delle Ardenne e che formano alcune delle curve più belle e impegnative in assoluto. In più, se non bastasse, il meteo instabile da sempre ha contribuito a regalare momenti memorabili nella storia della Formula 1.

Ma quando si parla del GP del Belgio non possiamo non pensare all’Eau-Rouge-Raidillon. Una sequenza di curve destra-sinistra in salita: il Raidillon, che si immette alla curva sinistrosa posta infondo alla valle: l’Eau-Rouge (letteralmente “Acqua Rossa”, dal nome del fiume che vi scorre al di sotto).
Una curva per veri “audaci” dato che non tutti la eseguono a tutta velocità a causa della sua pericolosità, dal momento che si percorre a fiato sospeso con l’acceleratore tutto premuto.

vue aerienne circuit spa-francorchamps

Ripercorriamo la storia

Facciamo un salto indietro e ripercorriamo alcuni episodi chiave del GP del Belgio che hanno contribuito a dargli la fama di quello che ancora oggi è considerato l’appuntamento più bello del mondiale.
Dopo il successo della 24Ore di Le Mans, in Belgio si decide di costruire un circuito che possa ospitare una gara simile. Il tracciato è costituito da una strada pubblica che corre, senza nessuna barriera, per circa 9 miglia e collega tre città: Francochamps, Malmedy e Stavelot.
Se oggi Spa deve la sua fama soprattutto alla meravigliosa Eau-Rouge, il vecchio circuito includeva quella che fu la sua antenata: la mitica Masta Kink. Una curva velocissima a sinistra-destra in prossimità di un agglomerato di fattorie; senza giri di parole, chi sbagliava finiva dentro il salotto di qualche abitazione! Il giornalista Denis Jenkinson era solito sedersi nel salotto di una delle abitazioni per guardare la gara e analizzare meglio lo stile dei piloti.

ascari spa belgio vittorie ferrari formula 1
© Ferrari

Il primo GP si corre nel 1925 e a tagliare per primo il traguardo è Antonio Ascari con la Alfa, ci penserà poi il figlio Alberto a eguagliare e superare il padre, vincendo due volte di fila nel ’52 e nel ’53.

Affinché la gara sia valida per il mondiale occorre aspettare il 1950: a trionfare è sempre l’Alfa ma questa volta alla guida c’é Juan Manuel Fangio. Negli anni ’50 il GP del Beglio parla italiano, sul podio infatti si alternano l’Alfa Romeo (Fangio e Farina), la Ferrari (Ascari e Collins) e la Maserati (Fangio).

Se da un lato vi è l’ebbrezza dello spettacolo dall’altro c’è l’estrema pericolosità a cui vanno incontro i piloti. La morte si affaccia sul GP del Belgio per la prima volta nel 1960 in una delle gare più disastrose della Formula 1.

spa jim clark
© Wikipedia

Durante le prove la carriera del giovane debuttante Mike Taylor viene stroncata dopo che i freni della sua Lotus cedono e la vettura finisce contro un albero; mentre Stirling Moss riporta fratture a entrambe le gambe a causa di un altro incidente. La domenica di gara, nel corso del 19esimo giro, Chris Bristow (Cooper) esce di pista e perde la vita; poco dopo la stessa sorte tocca ad Alan Stacey (Lotus).

Sei anni più tardi è la BRM di Jackie Stewart a decollare in prossimità della Masta, il pilota rimane intrappolato per 25 minuti prima di essere salvato dai colleghi Hill e Bondurant. Da quel momento lo scozzese si dedicherà alla sicurezza in pista e sarà proprio lui che nel 1969 decreterà come inagibile il circuito, cancellando il GP.

Il pericolo corre sull’asfalto

Nel 1971 Spa, ancora una volta, venne considerato troppo pericoloso e quindi si optò per i circuiti di Zolder e Nivelles-Baulers, nei pressi di Bruxelles; benché fossero sicuri non trovarono molti fans tra i piloti, il GP si disputò a Zolder fino al 1982. Il decennio degli anni ’70 vide le tre vittorie Ferrari, rispettivamente con i piloti: Lauda (2 volte) e Scheckter.
Nell’edizione del 1981 la tragedia: il pilota Carlos Reutemann travolse nella corsia dei box il meccanico dell’Osella Giovanni Amedeo, il quale morì poco dopo a seguito delle gravi ferite riportate.

L’anno seguente si assistette al violento incidente che coinvolse l’indimenticabile campione ferrarista Gilles Villeneuve. L’8 Maggio 1982 durante le qualifiche il canadese si trovò davanti il collega Jochen Mass, più lento, la collisione fu spaventosa, Villeneuve venne sbalzato fuori dalla monoposto con tutto il sedile; morì qualche ora dopo, quando la moglie Joanna diede il consenso affinché staccassero il macchinario che lo teneva in vita.

Il GP si corre a Spa nel 1983, dove a vincere è Alain Prost sulla Renault, per poi tornare come appuntamento fisso. Nel 1985 Ayrton Senna conquista la sua prima vittoria in Belgio, dando inizio ad un connubio meraviglioso che porterà il brasiliano a vincere ben quattro volte di fila superando il record stabilito da Jim Clark.

ayrton senna lotus spa
© Wikipedia

L’inizio di un nuovo mito

L’ultima impresa del campione è quella del ‘91 quando segna un tempo di 1:47.881 in qualifica, mentre un giovane debuttante Michael Schumacher si piazza in settima posizione con la Jordan. Un anno dopo il Kaiser sale sul gradino più alto del podio a Spa con la Benetton, pronto a sorpassare Re Ayrton.

Michael Schumacher in azione al GP del Belgio 1991
Michael Schumacher in azione al GP del Belgio 1991 © F1.com

Nell’edizione del 1995 la sfida che infiamma gli animi è quella tra Schumacher e Hill, con il tedesco che ha la meglio sull’inglese, in condizione di netta inferiorità.
Due anni dopo il GP del Belgio è teatro della carambola più numerosa della storia della Formula 1: ad aprire le danze è Coulthard che urta il muretto dei box e finisce in mezzo alla pista, venendo colpito dalle vetture in arrivo. Nella seconda partenza invece, Hakkinen parte male, si gira alla Source e viene colpito da Herbert; Schumacher ha sorpassato Hill e sembra che la vittoria sia scontata. Ma il tedesco deve fare i conti con Coulthard che alza il piede del gas, Schumi colpisce in pieno la McLaren ed è costretto al ritiro. Schumacher non la prende molto bene e dopo essere sceso dalla vettura, si dirige con intenzioni poco amichevoli verso il box dello scozzese seguito dai meccanici Ferrari.

Uno spettacolo a tre

Il GP del 2000 passa alla storia per il sorpasso dei sorpassi: Schumacher è al comando ma viene raggiunto da Hakkinen, i due si trovano davanti la BAR di Zonta, il tedesco passa il brasiliano all’esterno ma il capolavoro è di Hakkinen che con un doppio sorpasso all’interno si libera di entrambi!

La supremazia del Kaiser in Belgio termina nel 2002, Schumi abdica in favore di Kimi Raikkonen che un anno più tardi è già sul gradino più alto a Spa: la prima di quattro vittorie (2004, 2005, 2007, 2009) che farà di lui il pilota in attività ad aver collezionato più vittorie in Belgio.

raikkonen ferrari spa 2009
© Ferrari

L’edizione del 2008 vede Massa trionfatore ma la scena è tutta del finlandese della Ferrari: Raikkonen è autore di una gara spettacolare che però culmina nel disastro con Hamilton che acciuffa il ferrarista a quattro giri dalla fine.
La tradizione della carambole a Spa non si smentisce: nel 2012 ad innescare il tutto è Grosjean che dopo un contatto con Hamilton spicca il volo, la vettura del francese sfiora il casco di un miracolato Alonso.

schumacher spa 2012 formula 1
© Mercedes

Ci avviciniamo ai nostri giorni

Nel 2014 Ricciardo approfitta del botto tutto Mercedes, andando a tagliare il traguardo davanti a tutti.

I due alfieri della “scuderia a tre stelle” ingoiano il boccone amaro regalando ai propri tifosi una bella doppietta nell’edizione successiva, mentre sfuma il podio per Vettel obbligato a rientrare ai box dopo l’esplosione della posteriore destra a due giri dal termine. Il disastro in casa Ferrari offre il terzo gradino alla Lotus di Romain Grosjean.

L’edizione del 2016 ha visto la vittoria di Nico Rosberg, che allunga su Lewis Hamilton nella classifica mondiale. Ma il pilota inglese è soddisfatto perché partito in penultima posizione, raggiunge il terzo gradino del podio.

Passa un anno ed è nuovamente Lewis Hamilton su Mercedes ad aggiudicarsi il trofeo mettendosi in tasca il cinquantottesimo successo nel mondiale; a far compagnia al pilota inglese anche Vettel con la Ferrari e il pilota australiano Ricciardo su Red Bull.

Nel 2018, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton si scambiarono la posizione, con il tedesco della Ferrari che conquista il suo cinquantaduesimo successo. Sul gradino più basso del podio sale anche l’olandese Max Verstappen. Dopo questo successo, il pilota Heppenheim, non ha più vinto gare, totalizzando però 10 podi senza mai passare per primo sotto la bandiera a scacchi.

La prima di Charles

A Maranello si cambia strada, pronti ad attaccare Lewis Hamilton: esce Kimi Raikkonen ed arriva Charles Leclerc. Il giovane pilota di Monaco conquista la pole ed insieme al Vettel regalano una prima fila tutta rossa. Una festa che ha il sapore amaro dopo il brutto incidente in cui perde la vita Anthoine Hubert, durante il secondo giro della feature race del campionato di Formula 2.
La gara vede il dominio del pilota monegasco che si aggiudica il suo primo successo della carriera in Formula 1, mentre si accodano le due Mercedes di Hamilton e Bottas rovinando quella doppietta Ferrari che mancava da diverso tempo.

L’ultima edizione del Gran Premio del Belgio è un monologo tutto Mercedes con Lewis Hamilton che inizia dal sabato mattina a prendere le misure e facendo segnare la miglior prestazione nella FP3 per poi conquistare pole e vittoria senza lasciarsi intimorire dal compagno di Bottas e da Max Verstappen. Il pilota inglese si aggiudica così il suo ottantanovesimo successo in carriera avvicinandosi allo storico primato di Michael Schumacher con 91 GP vinti.

L’abo d’oro del GP del Belgio

Zolder

Anno Gara Data Winning Driver Team Giri
10 1984 Gran Premio del Belgio April 29 Italy Michele Alboreto Italy Ferrari 70
9 1982 Gran Premio del Belgio 9 maggio United Kingdom John Watson United Kingdom McLaren 70
8 1981 Gran Premio del Belgio May 17 Argentina Carlos Reutemann United Kingdom Williams 54
7 1980 Gran Premio del Belgio May 4 France Didier Pironi France Ligier 72
6 1979 Gran Premio del Belgio May 13 South Africa Jody Scheckter Italy Ferrari 70
5 1978 Gran Premio del Belgio 21 maggio United States Mario Andretti United Kingdom Lotus 70
4 1977 Gran Premio del Belgio 5 Giugno Sweden Gunnar Nilsson United Kingdom Lotus 70
3 1976 Gran Premio del Belgio 16 maggio Austria Niki Lauda Italy Ferrari 70
2 1975 Gran Premio del Belgio 25 maggio Austria Niki Lauda Italy Ferrari 70
1 1973 Gran Premio del Belgio 20 maggio United Kingdom Jackie Stewart United Kingdom Tyrrell 70
Spa-Francorchamps
Anno Gara Data Winning Driver Team Giri
54 2021 Gran Premio del Belgio 29 agosto Netherlands Max Verstappen Austria Red Bull 1
53 2020 Gran Premio del Belgio 30 agosto 2020 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 44
52 2019 Gran Premio del Belgio 01 Settembre 2019 Monaco Charles Leclerc Italy Ferrari 44
51 2018 Gran Premio del Belgio 26 Agosto 2018 Germany Sebastian Vettel Italy Ferrari 44
50 2017 Gran Premio del Belgio 27 Agosto 2017 United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 44
49 2016 Gran Premio del Belgio 28 Agosto 2016 Germany Nico Rosberg Germany Mercedes 44
48 2015 Gran Premio del Belgio 23 Agosto United Kingdom Lewis Hamilton Germany Mercedes 43
47 2014 Gran Premio del Belgio 24 Agosto Australia Daniel Ricciardo Austria Red Bull 44
46 2012 Gran Premio del Belgio 2 September United Kingdom Jenson Button United Kingdom McLaren 44
45 2011 Gran Premio del Belgio 28 August Germany Sebastian Vettel Austria Red Bull 44
44 2010 Gran Premio del Belgio 29 August United Kingdom Lewis Hamilton United Kingdom McLaren 44
43 2009 Gran Premio del Belgio 30 August Finland Kimi Raikkonen Italy Ferrari 44
42 2008 Gran Premio del Belgio 7 September Brazil Felipe Massa Italy Ferrari 44
41 2007 Gran Premio del Belgio 16 September Finland Kimi Raikkonen Italy Ferrari 44
40 2005 Gran Premio del Belgio 11 settembre Finland Kimi Raikkonen United Kingdom McLaren 44
39 2004 Gran Premio del Belgio 29 August Finland Kimi Raikkonen United Kingdom McLaren 44
38 2002 Gran Premio del Belgio 1 September Germany Michael Schumacher Italy Ferrari 44
37 2001 Gran Premio del Belgio 2 September Germany Michael Schumacher Italy Ferrari 36
36 2000 Gran Premio del Belgio 27 agosto Finland Mika Häkkinen United Kingdom McLaren 44
35 1999 Gran Premio del Belgio 29 August United Kingdom David Coulthard United Kingdom McLaren 44
34 1998 Gran Premio del Belgio August 30 United Kingdom Damon Hill Ireland Jordan 44
33 1997 Gran Premio del Belgio 24 August Germany Michael Schumacher Italy Ferrari 44
32 1996 Gran Premio del Belgio 25 agosto Germany Michael Schumacher Italy Ferrari 44
31 1995 Gran Premio del Belgio 27 August Germany Michael Schumacher Italy Benetton 44
30 1994 Gran Premio del Belgio 28 August United Kingdom Damon Hill United Kingdom Williams 44
29 1993 Gran Premio del Belgio 29 August United Kingdom Damon Hill United Kingdom Williams 44
28 1992 Gran Premio del Belgio 30 agosto Germany Michael Schumacher Italy Benetton 44
27 1991 Gran Premio del Belgio August 25 Brazil Ayrton Senna United Kingdom McLaren 44
26 1990 Gran Premio del Belgio August 26 Brazil Ayrton Senna United Kingdom McLaren 44
25 1989 Gran Premio del Belgio August 27 Brazil Ayrton Senna United Kingdom McLaren 44
24 1988 Gran Premio del Belgio August 28 Brazil Ayrton Senna United Kingdom McLaren 43
23 1987 Gran Premio del Belgio May 17 France Alain Prost United Kingdom McLaren 43
22 1986 Gran Premio del Belgio May 25 United Kingdom Nigel Mansell United Kingdom Williams 43
21 1985 Gran Premio del Belgio September 15 Brazil Ayrton Senna United Kingdom Lotus 43
20 1983 Gran Premio del Belgio May 22 France Alain Prost France Renault 40
19 1970 Gran Premio del Belgio 7 giugno Mexico Pedro Rodríguez United Kingdom BRM 28
18 1968 Gran Premio del Belgio June 9 New Zealand Bruce McLaren United Kingdom McLaren 28
17 1967 Gran Premio del Belgio 18 Giugno United States Dan Gurney United States Eagle 28
16 1966 Gran Premio del Belgio 12 giugno United Kingdom John Surtees Italy Ferrari 28
15 1965 Gran Premio del Belgio June 13 United Kingdom Jim Clark United Kingdom Lotus 32
14 1964 Gran Premio del Belgio June 14 United Kingdom Jim Clark United Kingdom Lotus 32
13 1963 Gran Premio del Belgio June 9 United Kingdom Jim Clark United Kingdom Lotus 32
12 1962 Gran Premio del Belgio 17 giugno United Kingdom Jim Clark United Kingdom Lotus 32
11 1961 Gran Premio del Belgio June 18 United States Phil Hill Italy Ferrari 30
10 1960 Gran Premio del Belgio June 19 Australia Jack Brabham United Kingdom Cooper-Climax 36
9 1958 Gran Premio del Belgio June 15 United Kingdom Tony Brooks United Kingdom Vanwall 24
8 1956 Gran Premio del Belgio 3 Giugno United Kingdom Peter Collins Italy Ferrari 36
7 1955 Gran Premio del Belgio June 5 Argentina Juan Manuel Fangio Germany Mercedes 36
6 1954 Gran Premio del Belgio 20 giugno Argentina Juan Manuel Fangio Italy Maserati 36
5 1953 Gran Premio del Belgio June 21 Italy Alberto Ascari Italy Ferrari 36
4 1952 Gran Premio del Belgio June 22 Italy Alberto Ascari Italy Ferrari 36
3 1951 Gran Premio del Belgio June 17 Italy Nino Farina Italy Alfa Romeo 36
2 1950 Gran Premio del Belgio 18 giugno Argentina Juan Manuel Fangio Italy Alfa Romeo 35

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.