1990-1999Formula 1On this day

David Coulthard inaugura la stagione 1997, vincendo in Australia

Il 9 marzo 1997, con il tradizionale appuntamento del GP d’Australia sul circuito Albert Park di Melbourne inizia il Mondiale di Formula Uno.
Qui le Williams-Renault FW19 si presentano in grandissima forma, con un Jacques Villeneuve capace di segnare una pole position strepitosa in 1’29”369.
Al suo fianco, in prima fila, ci sarà il compagno di squadra Heinz-Harald Frentzen, l’unico ad aver contenuto il distacco al di sotto dei due secondi dal canadese. Michael Schumacher, con la nuova F310B, non riesce ad andare oltre il terzo tempo e partirà dalla seconda fila con al fianco la McLaren-Mercedes di David Coulthard.

Fuori dai giochi, invece, le due Mastercard Lola T97/30 di Sospiri e Rosset: fin dalle libere le due vetture accusano distacchi superiori ai dieci secondi rispetto alle monoposto più competitive, al punto che gli sponsor decidono di ritirare il loro contributo economico viste le scarse prestazioni mostrate in pista.

Le cause sono da trovare nell’aerodinamica inefficiente, nella poca potenza del motore Ford V8, nelle performance ancora acerbe delle gomme Bridgestone (al debutto proprio in questa stagione dopo anni di utilizzo delle Goodyear) e nell’inesperienza dei piloti.

La decisione verrà ufficializzata poco prima della seconda gara della stagione, ad Interlagos, dove le due T97/30 saranno già presenti ai box ma non verranno fatte correre per la chiusura del team britannico.

Michael Schumacher gp australia 1997Ma torniamo al GP d’Australia! Alla partenza il primo colpo di scena rende protagonista il Campione del Mondo in carica: Damon Hill, dopo essere riuscito a rientrare all’ultimo tentativo nel 107% dei tempi in qualifica, viene tradito dall’acceleratore della sua Arrows, che accusa un problema meccanico e lo costringe al ritiro nel giro di formazione.

Quando i semafori rossi si spengono, invece, è Eddie Irvine a dare spettacolo, mancando la frenata alla prima curva e centrando il poleman Villeneuve e la Sauber di Johnny Herbert. In questo modo è Frentzen a passare al comando della corsa, tallonato da Coulthard e Schumacher.

David Coulthard gp australia 1997 podioDa questo momento i tre continuano a scambiarsi le posizioni con il gioco dei pit-stop, finché al 40esimo giro il pilota della Williams, al suo secondo rientro ai box, non riesce a ritornare davanti ai suoi rivali per qualche difficoltà di fissaggio da parte dei suoi meccanici della gomma posteriore destra.

Il tedesco tenta di recuperare ma dovrà dire addio ai suoi sogni di gloria a soli tre giri dalla fine, quando i freni della sua FW19 sventolano definitivamente bandiera bianca.

Nel frattempo David Coulthard aveva approfittato della situazione e si era messo al comando della corsa, seguito da un Michael Schumacher che, al 51esimo giro, è costretto a tornare ai box per l’ennesimo rifornimento di carburante.

Questo costerà la vittoria al tedesco della Ferrari, secondo al traguardo nel panino delle due McLaren-Mercedes di Coulthard, primo, e di Mika Hakkinen, terzo sotto la bandiera a scacchi.

gp australia 1997 David Coultard

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 10 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren 01:30:28.718 58
4
10
2 5 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:30:48.764 58
3
6
3 9 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:30:50.895 58
6
4
4 8 Austria Gerhard Berger
Italy Benetton 01:30:51.559 58
10
3
5 14 France Olivier Panis
France Prost 01:31:29.026 58
9
2
6 17 Italy Nicola Larini
Switzerland Sauber 01:32:04.758 58
13
1
7 15 Japan Shinji Nakano
France Prost +2 laps 56
16
0
8 4 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Williams Brakes 55
2
0
9 14 Italy Jarno Trulli
Italy Minardi +3 laps 55
17
0
10 2 Brazil Pedro Paulo Diniz
United Kingdom Arrows +4 laps 54
22
0
RIT 22 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart Engine 49
11
0
RIT 19 Finland Mika Salo
United Kingdom Tyrrell Engine 42
18
0
RIT 23 Denmark Jan Magnussen
United Kingdom Stewart Suspension 36
19
0
RIT 7 France Jean Alesi
Italy Benetton Fuel 34
8
0
RIT 20 Japan Ukyo Katayama
Italy Minardi Electrical 32
15
0
RIT 12 Italy Giancarlo Fisichella
Ireland Jordan Spun off 14
14
0
RIT 18 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Tyrrell Spun off 2
21
0
RIT 11 Germany Ralf Schumacher
Ireland Jordan Gearbox 1
12
0
RIT 3 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams Collision 0
1
0
RIT 6 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari Collision 0
5
0
RIT 16 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber Collision 0
7
0
DNS 1 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Arrows Throttle 0
20
0
DNQ 24 Italy Vincenzo Sospiri
United Kingdom Lola Did not qualify 0
23
0
DNQ 25 Brazil Ricardo Rosset
United Kingdom Lola Did not qualify 0
24
0

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.