1990-1999On this day

Damon Hill si aggiudica l’ultimo appuntamento in Giappone

Siamo arrivati all’ultima tappa del Mondiale di Formula Uno 1996: una stagione avvincente, dominata in gran parte dalle stratosferiche Williams-Renault FW18, che anche nell’ultimo appuntamento, il GP del Giappone sul circuito di Suzuka, riescono a conquistare la prima fila, con Jacques Villeneuve davanti a Damon Hill per nemmeno mezzo secondo.

I due si giocano il Mondiale, con il britannico che ha solamente nove punti di vantaggio sul canadese. Nonostante la pole position, Villeneuve parte male e scivola subito in sesta posizione, spianando la strada a Hill.
GP Giappone 1996 Podio

Questo vive un momento di paura al terzo giro, quando Gerhard Berger tenta un sorpasso al limite per sopravanzarlo. I due si toccano ma fortunatamente la Williams numero 5 ne esce indenne, mentre la Benetton dell’austriaco è costretta a tornare ai box per le riparazioni.

Nel frattempo Jacques Villeneuve tenta una rimonta disperata a suon di giri veloci: nel corso del 32esimo giro avverte delle strane vibrazioni al retrotreno della sua monoposto, ma decide di continuare la sua corsa… finchè questa non viene definitivamente interrotta dal distacco della gomma posteriore destra dalla sua FW18.
GP Giappone 1996 Damon Hill

Questo segna il ritiro definitivo dalla gara per il canadese e, di conseguenza, l’arrivo sul gradino più alto del podio per Damon Hill, che così diventa Campione del Mondo come suo padre Graham. Dietro di lui Michael Schumacher centrò la medaglia di bronzo, il che permise alla Ferrari di scavalcare la Benetton in Classifica Costruttori e di conquistare la piazza d’onore per soli due punti.

Mika Hakkinen, infine, completò il podio con una McLaren-Mercedes che terminò la stagione 1996 al quarto posto iridato dietro alla Benetton gestita da Flavio Briatore.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Williams 01:32:33.791 52
2
10
2 1 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:32:35.674 52
3
6
3 7 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:32:37.003 52
5
4
4 4 Austria Gerhard Berger
Italy Benetton 01:33:00.317 52
4
3
5 12 United Kingdom Martin Brundle
Ireland Jordan 01:33:40.911 52
10
2
6 15 Germany Heinz-Harald Frentzen
Switzerland Sauber 01:33:54.977 52
7
1
7 9 France Olivier Panis
France Ligier 01:33:58.301 52
12
0
8 8 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren 01:33:59.024 52
8
0
9 11 Brazil Rubens Barrichello
Ireland Jordan 01:34:14.856 52
11
0
10 14 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber 01:34:15.590 52
13
0
11 17 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Footwork +1 lap 51
17
0
12 20 Portugal Pedro Lamy
Italy Minardi +2 laps 50
18
0
13 16 Brazil Ricardo Rosset
United Kingdom Footwork +2 laps 50
19
0
RIT 2 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari Collision 39
6
0
RIT 18 Japan Ukyo Katayama
United Kingdom Tyrrell Engine 37
14
0
RIT 6 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams Wheel 36
1
0
RIT 19 Finland Mika Salo
United Kingdom Tyrrell Engine 20
15
0
RIT 10 Brazil Pedro Paulo Diniz
France Ligier Spun off 13
16
0
RIT 3 France Jean Alesi
Italy Benetton Spun off 0
9
0
DNQ 21 Italy Giovanni Lavaggi
Italy Minardi DNQ 0
20
0

Topics
Pubblicità

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close