1960-1969Formula 1On this day

Bella vittoria sotto la pioggia per Stewart al GP di Germania del 1968

Dopo l’inaspettata vittoria di Jo Siffert a Brands Hatch, i team di F1 si diressero verso il Nurburgring, per prepararsi all’ottavo appuntamento stagionale, valido come Gran Premio di Germania.
Nelle ultime 4 gare, le avverse condizioni meteorologiche videro la vittoria di ben quattro piloti diversi e questo fu l’anticamera che trovarono le squadre, nel momento in cui scesero in pista nelle prove libere del venerdì. Per questo motivo fu deciso di aggiungere una sessione di prove anche nella mattinata del sabato, anche se non fu semplice trovare il feeling su un tracciato così lungo.

Le qualifiche

Sotto la pioggia del sabato pomeriggio le due Ferrari di Jacky Ickx e Chris Amon conquistarono la prima fila, affiancati da Jochen Rindt con la sua Brabham e con una griglia disposta secondo un insolito 3:2:3, rispetto alle edizioni precedenti, che vedeva una configurazione con 4 vetture davanti a tutti.

Dietro si piazzò Graham Hill con la sua Lotus, al fianco della Cooper BRM di Vic Elford. Terza fila per la Matra pilotata da Jackie Stewart e affiancato da John Surtees con la Honda e Piers Courage su una Reg Parnell Racing.

La gara

partenza gp germania 1968
© Jim Culp

Allo start della gara, posticipata di 45 minuti, per la pioggia battente, Hill prese subito il comando, seguito da Amon, Rindt e Stewart, mentre Ickx, fece patinare le ruote, finendo per essere risucchiato dal gruppo di testa. Tuttavia, nel corso del primo giro, Stewart, lottando contro gli spruzzi che rendevano impossibile la guida, prima passò Amon e poi Graham Hill, nel lungo rettilineo. Lo scozzese della Matra, si prese così, la testa della corsa e, iniziò ad accumulare un bel vantaggio sui diretti inseguitori, sfruttando al massimo le sue gomme Dunlop da bagnato.

jackie stewart gp germania 1968
© Jim Culp

Alla fine del secondo giro, il vantaggio di Stewart su Hill, era di 34 secondi e dopo 14 giri, addirittura di quattro minuti. A tre giri dal termine, il pilota scozzese, regalò un picco brivido, imboccando una curva a velocità elevata, finendo, quasi per investire un commissario di gara, ma la Matra di Stewart, riuscì a riprendersi, sfiorando la tragedia. Nello stesso punto, fu Hill ad uscire di pista, ma fortunatamente il commissario decise di spostarsi per mettersi in zona più sicura. Il pilota inglese della Lotus, riuscì comunque a rimettere in pista la propria vettura, precedendo sul traguardo Rindt.
Al quarto posto finì Jacky Ickx, davanti a Jack Brabham e alla BRM di Pedro Rodríguez che raccolse l’ultimo punto utile.

Questa fu una delle più belle vittorie di Stewart, in un Gran Premio di Formula 1

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 United Kingdom Jackie Stewart
France Matra 02:19:03.200 14
6
9
2 3 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Lotus 02:23:06.400 14
4
6
3 5 Austria Jochen Rindt
United Kingdom Brabham 02:23:12.600 14
3
4
4 9 Belgium Jacky Ickx
Italy Ferrari 02:24:58.400 14
1
3
5 4 Australia Jack Brabham
United Kingdom Brabham 02:25:24.300 14
15
2
6 10 Mexico Pedro Rodríguez
United Kingdom BRM 02:25:28.200 14
14
1
7 1 New Zealand Denny Hulme
United Kingdom McLaren 02:25:34.200 14
11
0
8 22 United Kingdom Piers Courage
United Kingdom BRM 02:26:59.600 14
8
0
9 14 United States Dan Gurney
United States Eagle 02:27:16.900 14
10
0
10 18 Germany Hubert Hahne
United Kingdom Lola 02:29:14.600 14
18
0
11 21 United Kingdom Jackie Oliver
United Kingdom Lotus +1 lap 13
13
0
13 2 New Zealand Bruce McLaren
United Kingdom McLaren +1 lap 13
16
0
14 11 United Kingdom Richard Attwood
United Kingdom BRM +1 lap 13
20
0
RIT 8 New Zealand Chris Amon
Italy Ferrari Accident 11
2
0
RIT 12 France Jean-Pierre Beltoise
France Matra Accident 8
12
0
RIT 16 Switzerland Jo Siffert
United Kingdom Lotus Ignition 6
9
0
RIT 19 Belgium Lucien Bianchi
United Kingdom Cooper-Climax Fuel Leak 6
19
0
RIT 7 United Kingdom John Surtees
Japan Honda Ignition 3
7
0
RIT 20 United Kingdom Vic Elford
United Kingdom Cooper-Climax Accident 0
5
0

Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button