fbpx
2000-2009Formula 1On this day

Bahrain 2005: la vendetta di Trulli e il disastro rosso

Il 2005 è l’anno che segna la fine dell’era Ferrari, avvenuta dopo un quinquennio dominato dal binomio più famoso di sempre. Michael Schumacher infatti si aggiudica ben 13 vittorie in un anno (record poi raggiunto da Sebastian Vettel nel 2013) . È anche un anno di profondi cambiamenti tecnici, per esempio viene sancito che il set di gomme dovrà resistere tutto il weekend di gara (regola cambiata a stagione in corso per motivi di sicurezza) e il motore inoltre dovrà durare due gran premi. L’aerodinamica invece viene rivista per aumentare la velocità massima ma rendere le vetture complessivamente più lente.

Il giorno prima del GP una notizia aveva sconvolto il mondo intero. Papa Giovanni Paolo II si era spento all’età di 85 anni. L’accaduto aveva anche coinvolto la Formula1. Il grande pubblico italiano infatti ha potuto guardare la gara solo dopo alcuni giorni rispetto alla diretta, questo poiché la RAI in segno di lutto ne aveva vietato la visione in tempo reale. La scomparsa del pontefice inoltre scuote emotivamente anche molti piloti.

LE QUALIFICHE

Dopo aver utilizzato per le prime due gare una F2004 modificata, debutta finalmente in pista la F2005. La vettura si posiziona seconda con Schumacher, appena dietro il pole-man Fernando Alonso. Buonissima terza posizione per l’ex Renault Jarno trulli e la sua Toyota. Le Williams-Bmw si piazzano invece in quarta e quinta posizione, con rispettivamente Heidfield e Webber seguiti da Ralf Schumacher su Toyota. In settima posizione c’è invece la Red-Bull di Christian Klien. Le McLaren-Mercedes di De la Rosa e Raikkonen monopolizzano l’ottava e la nona posizione, seguiti dal compagno dell’asturiano Giancarlo Fisichella. Rubens Barrichello invece è costretto, causa penalità, a partire in ultima posizione (aveva sostituito infatti alcune componenti meccaniche)

LA GARA

Alla partenza il tedesco tenta subito l’attacco su Alonso che, però, resiste più che bene alle pressioni dell’avversario. Nonostante i ripetuti tentativi Schumacher non riuscirà mai a riprenderlo, anche perchè dopo il dodicesimo gara il suo cambio smette di funzionare correttamente, costringendolo al ritiro. Jarno Trulli invece non cercherà mai di prendere la testa della corsa, ma, alla guida di una Toyota, arrivare per la seconda volta consecutiva a podio è una bella rivincita. L’anno prima infatti il Team Manager Flavio Briatore lo aveva appiedato a favore di Jacques Villeneuve, nonostante l’italiano fosse davanti ad Alonso in classifica generale. Raikkonen, che sarà il vero avversario di Alonso nella stagione 2005, risale fino alla terza posizione

Ralf Schumacher arriva quarto, ma di fronte alle prestazioni del compagno non la  si può definire che una gara appena sufficiente. De la Rosa invece, pur essendo un debuttante, stupisce con la sua aggressività, non facendosi mettere i piedi in testa da nessuno. All’arrivo seguono Weber, Massa e Coulthard. Barrichello raggiunge quasi la zona punti grazie ad una solidissima prestazione rovinata dagli pneumatici. La F2005 e le sue Bridgestone infatti non possono competere con i francesi e la Michelin.

gp bahrain 2005 alonso
© Motorsport Images

Le gomme della rossa, note nelle stagioni precedenti per la loro performance su brevi tragitti, non erano ancora adattate al meglio al nuovo regolamento. Montezemolo aveva addirittura detto al rappresentante di Bridgestone che le prestazioni della vettura sarebbero state nelle sue mani. A riprova di ciò basta osservare a fine gara il set montato dal brasiliano della rossa, che gli ha impedito di conquistare anche solo un punto. Le condizioni sono davvero vergognose rispetto alle immortali Michelin montate dagli altri team. Fisichella invece, nonostante sia protagonista di una buona rimonta viene tradito dal motore.

Con questo successo, Alonso si porta a 26 punti in classifica, a +10 sul compagno di squadra Trulli, che sul podio ricorda Giovanni Paolo II con una scritta sul casco, cercando però di evitare grandi festeggiamenti in segno di lutto. Il 2005 terribile della Ferrari è appena iniziato. Ma sarà il preludio a nuovi successi futuri…

 

gp bahrain 2005 podio
© Motorsport Images

 

L’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Spain Fernando Alonso
France Renault 01:29:18.531 57
1
10
2 16 Italy Jarno Trulli
Japan Toyota 01:29:31.940 57
3
8
3 9 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom McLaren 01:29:50.594 57
9
6
4 17 Germany Ralf Schumacher
Japan Toyota 01:30:11.803 57
6
5
5 10 Spain Pedro de la Rosa
United Kingdom McLaren 01:30:23.519 57
8
4
6 7 Australia Mark Webber
United Kingdom Williams 01:30:33.232 57
5
3
7 12 Brazil Felipe Massa
Switzerland Sauber +1 lap 56
12
2
8 14 United Kingdom David Coulthard
Austria Red Bull +1 lap 56
14
1
9 2 Brazil Rubens Barrichello
Italy Ferrari +1 lap 56
20
0
10 18 Portugal Tiago Monteiro
Ireland Jordan +2 laps 55
16
0
11 11 Canada Jacques Villeneuve
Switzerland Sauber Suspension 54
15
0
12 20 Austria Patrick Friesacher
Italy Minardi +3 laps 54
19
0
13 21 Netherlands Christijan Albers
Italy Minardi +4 laps 53
18
0
RIT 3 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom BAR Clutch 46
11
0
RIT 4 Japan Takuma Sato
United Kingdom BAR Brakes 27
13
0
RIT 8 Germany Nick Heidfeld
United Kingdom Williams Engine 25
4
0
RIT 1 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari Hydraulics 12
2
0
RIT 6 Italy Giancarlo Fisichella
France Renault Engine 4
10
0
RIT 19 India Narain Karthikeyan
Ireland Jordan Electrical 2
17
0
DNS 15 Austria Christian Klien
Austria Red Bull Electrical 0
7
0

Nicolò Laffranchi

Mi chiamo Nicolò Laffranchi e ho 19 anni, liceale con una forte passione per i motori e per le corse, che mi tengono compagnia ogni weekend da alcuni anni a questa parte.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.