fbpx
2000-2009IndyCarOn this day

Alex Zanardi e la sua seconda vita

Il 15 settembre 2001, Alex Zanardi fu vittima di un brutto incidente durante una gara di CART sul circuito tedesco di Lausitzring. Il quell’occasione in pilota bolognese fu costretto a partire nella parte finale dello schieramento dopo l’annullamento delle qualifiche per un violento acquazzone.
Infatti il regolamento prevedeva che nel caso le prove valide per lo schieramento non venissero disputate, la griglia sarebbe stata formata in base alla posizione nella classifica del campionato.

Ma Zanardi era a suo agio su questo tracciato, tantoché nelle prove libere del giovedì fu uno dei piloti più veloci.

Alla partenza, il pilota emiliano, riuscì a mettere in atto una serie di sorpassi, tanto da ritrovarsi addirittura in testa alla gara. Situazione che ormai si stava per concludere con la vittoria dell’italiano.

Ma la situazione cambiò, dopo l’ultima sosta ai box: nella fase di rientro in pista la monoposto del pilota bolognese perse il controllo su un tratto sporco delle pista, venendo centrata in pieno dalla vettura del canadese Alex Tagliani. L’impatto fu così violento che spezzò in due la Reynard Honda, punto in cui erano alloggiate le gambe del pilota.

Alex Zanardi incidente 15 settembre 2001
iconmagazine.it

Inizialmente, Zanardi non si rese conto di quanto avvenuto, ma lo choc dopo aver aperto la visiera, gli fece perdere completamente i sensi.
Trasportati con urgenza all’ospedale di Berlino in condizioni critiche, fu sottoposto ad un intervento che durò molte ore.
A distanza di circa 45 giorni, Alex Zanardi venne dimesso dalla clinica tedesca, pronto ad affrontare una nuova e straordinaria seconda vita.

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Lascia il tuo contributo

Ciao, non vogliamo riempire il tuo monitor di pubblicità, ma questi banner ci aiutano a darvi contenuti di qualità. Se vedi questo messaggio perché hai attivo un sistema di AdBlock che elimina gli annunci pubblicitari.