2018

Formula 1 | Renault teme che Force India diventi il Team satellite della Mercedes

Renault, McLaren e Williams sono preoccupati che Force India, possa diventare un Team satellite della Mercedes.

Topics

Pochi giorni fa, è arrivata la notizia che Force India è alla ricerca di acquirenti per evitare la bancarotta. Ora, gran parte del paddock della Formula 1, principalmente Renault, McLaren e Williams temono che se Mercedes intende comprare la Force India, possa farla diventare il suo Team B, come in qualche modo ha fatto Ferrari con Sauber e Haas, e con il rischio che poi il gap tra questi due Costruttori e il resto della griglia di partenza diventi molto grande, e Scuderie indipendenti come McLaren e Williams si troverebbero difficoltà a competere e con il rischio di sparire.

Renault, teme che l’operazione acquisto della Force India possa essere fatto senza rispettare i criteri di competitività. “Questa non è la Formula 1 che ci piace. Abbiamo paura che una struttura simile possa non permettere a chiunque che non abbia la possibilità di usufruire del beneficio di un Team Ufficiale o cliente di essere competitivo allo stesso modo”, ha così commentato Cyril Abiteboul alla BBC.

“Cominciamo a temere per certi aspetti della griglia, nello sviluppo del telaio o del motore. Abbiamo bisogno che ci assicurassero che questo non avvenga, altrimenti c’è il rischio che i nostri progetti non funzionano e la nostra partecipazione non sarebbe più sostenibile,” ha così aggiunto Abiteboul

Il successo di Sauber e Haas come Team satelliti della Ferrari ha fatto sì che Wolff possa pianificare un’azione simile, sempre secondo quanto dichiara lo stesso Boss della Renault: “Toto Wolff probabilmente ha visto che alla Ferrari funziona, e probabilmente cercherà di imitarla con il suo team Mercedes.”

Cyril Abiteboul vuole conoscere la posizione della Liberty Media su questo tema prima del voto definitivo: “Vogliamo aspettare l’opinione dei proprietari dei diritti commerciali su questo tema. Ciò che vogliamo è solo un po’ di chiarezza, sulle varie iniziative di unione di top team con quelli piccoli, occorre rivedere le regole attuali e approvarne per il futuro”.

formula 1 renault force india mercedesAbiteboul dice di non essere contrario all’acquisto della Force India, né l’avrebbe vietato, ma ciò che lo preoccupa sono le conseguenze di un’operazione simile: Vogliamo salvare i posti di lavoro, ma vogliamo essere assicurati prima che possa accadere ciò che temiamo”.

Il boss della Mercedes, Toto Wolff, risponde alla Renault, assicurando di capire la preoccupazione della Renault e anche se nell’ultimo anno ha dichiarato di essere a favore di avere un Team B ed ampliare la collaborazione che già c’è con Force India e Williams, oggi non vede corretto continuare su questa strada.

Capisco l’incertezza di Cyril e degli altri sul futuro della Formula 1, quando i Top Team comprano quelli piccoli. Rispetto al 100% questi pensieri ma non credo che questo sia il modo di procedere in modo adeguato”, ha dichiarato Toto Wolff.

“Spero che potremmo parlare affinché la portata della collaborazione tra le squadre si riduca. Ci sono accordi commerciali, ma creano svantaggi e l’ordine competitivo possa cambiare, così che abbiamo bisogno di trovare una soluzione perché le squadre piccole possano beneficiare di una struttura condivisa, ma che allo stesso tempo, non ottengano un vantaggio”, ha così aggiunto Wolff.

Topics
Continua la lettura

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un'altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

Aspetta! C'è dell'altro!