2018Formula 1

Formula 1 | Force India salva dalla bancarotta grazie a Lawrence Stroll!

Force India salva dalla bancarotta? Si! Gli amministratori del team hanno infatti accettato un’offerta da un consorzio guidato da Lawrence Stroll

Topics

La Force India è in amministrazione prepacked dal venerdì precedente al Gran Premio d’Ungheria, quando le parti coinvolte hanno cercato di proteggerlo dalla bancarotta. Martedì sera è stato confermato che un consorzio, guidato dal padre di Lance Stroll era stato riunito con l’assistenza del responsabile delle operazioni della forza indiana Otmar Szafnauer e dell’alta direzione della squadra. Un accordo è stato concordato con gli amministratori congiunti, nominati da FRP Advisory, per restituire alla squadra la solvibilità. I colleghi investitori di Stroll sono l’imprenditore canadese Andre Desmarais, Jonathan Dudman di Monaco Sports and Management, il leader della moda John Idol, l’investitore delle telecomunicazioni John McCaw Jr, l’esperto finanziario Michael de Picciotto e il socio commerciale Silas Chou.

I creditori di Force India verranno pagati interamente, tutti i 405 posti di lavoro del team sono stati salvati e sono stati garantiti finanziamenti continui. Il nuovo set-up, che ha firmato un accordo esclusivo martedì, assume la proprietà della squadra. “Questo risultato assicura il futuro del team Force India in Formula 1 e consentirà al nostro team di piloti di competere con tutto il nostro potenziale. Sono lieto che abbiamo il supporto di un consorzio di investitori che credono in noi come una squadra e che vedono il notevole potenziale di business che Force India ha in Formula ora e in futuro. In Force India, la nostra esperienza e il nostro impegno ci hanno garantito di oltrepassare sempre i nostri limiti e questo nuovo investimento ci assicura un futuro brillante davanti a noi. Vorrei anche ringraziare Vijay, il gruppo Sahara e la famiglia Mol per tutto il loro supporto” ha dichiarato Szafnauer.

Lawrence Stroll era già stato associato come investitore in Force India e la necessità di un nuovo proprietario gli ha offerto l’opportunità di essere direttamente coinvolto. Sta già sostenendo la Williams attraverso il supporto per suo figlio Lance, che guida per la squadra inglese da quando ha fatto il suo debutto in Formula 1 la scorsa stagione. Diverse altre parti avevano espresso interesse per la Force India, tra cui due consorzi statunitensi e una società britannica. “È raro che una società possa essere salvata e riavere subito una posizione di solvibilità”, ha affermato l’amministratore congiunto Geoff Rowley.

“La qualità delle varie parti interessate è stata impressionante e ha richiesto un’attenta considerazione man mano che il tutto progrediva. Alla fine ci è rimasta un’offerta altamente credibile per salvare la società e ripristinare la solvibilità. I finanziamenti per sostenere il team saranno resi disponibili da oggi, e saranno ancora più disponibili una volta che l’azienda uscirà dall’amministrazione prepacked, cosa che dovrebbe verificarsi entro le prossime due o tre settimane”. Ora che un’offerta è stata accettata, l’amministratore cercherà di concludere i dettagli più importanti, tra cui la finalizzazione dell’accordo per l’acquisto del team ed il concordare elementi come il contratto per utilizzare i motori Mercedes, per trasferirli alla nuova società.

La squadra deve denaro a diversi creditori, in particolare alla Mercedes ed il pilota Sergio Perez ha utilizzato questo per innescare l’azione che ha portato alla messa in amministrazione di Force India su richiesta dei membri più anziani della squadra. La Force India ha bisogno che il cambio di proprietà sia completato in modo che possa commissionare ai fornitori la produzione di parti aggiornate, che saranno cruciali nella battaglia del campionato. La squadra è attualmente sesta nel Campionato Costruttori, sette punti dietro Haas e 23 dietro la Renault quarta.

Topics
Continua la lettura

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Aspetta! C'è dell'altro!