2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Ungheria

Formula 1 | Gp Ungheria 2018, Kimi Raikkonen: “Oggi eravamo veloci, ho spinto fino alla fine”

Il finlandese della Ferrari ha conquistato la terza posizione alle spalle del compagno di squadra, tirando fuori tutto il potenziale della sua monoposto e spingendo dall’inizio alla fine

Topics

Sulla pista ungherese Kimi Raikkonen ha saputo gestire al meglio la gara, chiudendo in terza posizione alle spalle del compagno di squadra.

Autore di una buona partenza, nonostante la perdita di posizione a favore di Sebastian Vettel, Raikkonen ha dichiarato di aver dato il massimo durante l’intera gara, sfruttando la velocità della monoposto e mettendo pressione agli avversari, senza preoccuparsi della gestione delle gomme.

Dopo pochi giri dall’inizio, inoltre, il finlandese si è reso conto di non avere da bere all’interno della vettura e questo ha reso la sua gara un po’ più in salita, anche se alla fine il ferrarista ha detto di non essersi risparmiato e di non averci dato troppo peso.

La gara mi è passata in fretta, abbiamo spinto fino alla fine e, con la strategia a due soste, abbiamo sempre avuto le gomme in buone condizioni per farlo. Non poter bere durante la gara non è stato il massimo, ma neppure un grosso problema. Oggi eravamo veloci, ma sappiamo tutti quanto sia difficile sorpassare su questa pista”.

Soddisfatto quindi delle prestazioni sul circuito ungherese, Raikkonen ha ammesso come il risultato della gara di oggi fosse già stato deciso dalla qualifica di ieri e come il secondo e il terzo posto ottenuti fossero il massimo a cui la scuderia potesse puntare.

In vista della pausa estiva e della ripresa del Mondiale a fine agosto, il finlandese della Ferrari si è detto motivato e pronto a tornare in pista più carico di prima per riportare la monoposto sul gradino più alto del podio.

Nella seconda metà della stagione cercheremo di cambiare le cose e fare ancora un po’ meglio. So che la strada è ancora lunga, tutto può succedere e le cose cambiano in fretta. Continuiamo a spingere, cercando di migliorare anche nei dettagli e di essere costanti, e sono sicuro che potremo arrivare a risultati ancora migliori”.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!