Formula 1 2018Gran Premio CanadaRed Bull Racing

Formula 1 | Verstappen: “Soddisfatto, ma tutto può succedere” ; Ricciardo: “Saremo aggressivi e attaccheremo”

I due piloti Red Bull scatteranno dalla terza e sesta posizione, promettendo di essere aggressivi e di attaccare il più possibile per cercare di centrare un altro podio

Dopo la gara in salita vissuta a Montecarlo, a Montreal la Red Bull di Max Verstappen partirà dalla terza posizione, a soli due decimi dal poleman Sebastian Vettel.

L’olandese, dopo la sessione di qualifiche, si è detto soddisfatto del lavoro svolto in pista e delle performance dimostrate dalla monoposto: nonostante mancasse un po’ di velocità di punta durante le Q3, infatti, Verstappen è sempre stato molto vicino agli altri piloti.

Inoltre, ha dichiarato di essersi sentito molto a proprio agio con gomme hypersoft, che gli danno più possibilità ed entusiasmo nell’affrontare le curve del circuito: un circuito che Verstappen ha descritto come simile a quelli dei go-kart, dove affrontare ogni curva è sempre divertente.

In merito alla gara odierna, invece, ha dichiarato: “Siamo stati veloci tutto il weekend e in gara di solito siamo più rapidi rispetto alle qualifiche. Partiamo su una gomma diversa e questo renderà le cose interessanti, ma vedremo: perché molte cose possono succedere e se la safety car entra in pista può cambiare tutto. Possiamo sicuramente sorpassare, quindi avremo sicuramente più possibilità”.

 Meno prestante, invece, la performance di Daniel Ricciardo che ha dichiarato di aver sofferto la mancanza di ritmo durante le qualifiche, anche a causa di qualche problematica riscontrata durante le libere del venerdì.

L’australiano si è detto dispiaciuto e amareggiato di aver concluso la giornata di sabato solamente al sesto posto, dietro agli altri top driver, ma ha anche sottolineato come la monoposto non avesse comunque potuto raggiungere risultati migliori.

In merito alla gara, invece, anche Ricciardo ha ammesso di sentirsi più a proprio agio sulle hypersoft, che utilizzerà proprio alla partenza e ha aggiunto: “Sabbiamo che probabilmente avremo qualche macchina da passare e la gomma ci dà qualche chance in più, con più grip durante il primo giro: poi però dovremo gestirle. Questa strategia ci porta a essere aggressivi e ad attaccare: i primi giri delineeranno abbastanza la gara e penso che abbiamo ancora qualche possibilità per il podio: dovrebbe essere anche uno spettacolo da vedere in TV”.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *