Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2018Gran Premio FranciaKimi RaikkonenScuderia FerrariSebastian Vettel

Formula 1 | GP Francia 2018- Vettel e Raikkonen:”la macchina qui ha molto potenziale”

I due piloti della Rossa di Maranello sono soddisfatti delle prestazioni ottenute, ma credono che la SF71h al Paul Ricard possa essere più veloce

Primo giorno di perlustrazione al Paul Ricard per Vettel e Raikkonen, i quali per la prima volta hanno svolto le sessioni di prove libere su questo tracciato.

La SF71h si è presentata sul circuito francese con la consapevolezza di aver trovata la soluzione per le nuove gomme Pirelli. Vettel e Raikkonen hanno provato diverse configurazioni di ala anteriore e le diverse mescole. Alla fine delle FP2 hanno concluso al quarto e al quinto posto, a circa otto decimi da Hamilton.

Kimi Raikkonen (FP2: P4)

Il pilota finlandese ha concluso la giornata con il quarto posto in FP2 ad otto decimi da Hamilton. Il campione del mondo 2007 afferma che il problema più grande di oggi è stato il memorizzare la pista, poiché nessuno ci ha mai corso qui. Infine lancia un segnale alla Mercedes, dichiarando che le gomme B hanno funzionato bene.

“E’ stata una bella giornata, ed è divertente essere in un posto nuovo. Mi è piaciuto, visto che è qualcosa di diverso. Le condizioni meteo al pomeriggio non hanno certo facilitato le cose e non è stato semplicissimo girare in pista, ma in generale è andata bene. Per quanto riguarda le gomme, credo che non ci siano stati problemi. Senza dubbio non possiamo paragonare quello che abbiamo visto oggi a quanto accaduto in passato, considerando che questa pista è nuova per tutti, ma penso che non ci siano stati problemi particolari”.

Sebastian Vettel (FP2:P5)

Così come ha avuto problemi il compagno di squadra, anche Vettel ha un po’ litigato con la pista di Paul Ricard, cercando di imparare il layout al meglio. Il quattro volte campione del mondo è rimasto soddisfatto dalla SF71h, anche se ci sarebbe ancora tanto margine per migliorare le prestazioni. Sicuramente i due piloti Ferrari hanno girato con motori depotenziati o direttamente con la PU1.

“I long run sono andati piuttosto bene, sebbene non abbia visto molto di quello che hanno fatto gli altri. Credo che la macchina qui abbia più potenziale, soprattutto sui giri veloci; dobbiamo riuscire a tirarlo fuori per domani e poi si vedrà. Il vento è risultato essere un problema all’inizio della sessione, ma poi si è calmato e abbiamo iniziato a migliorare. Alla fine sono ragionevolmente contento per come è andata oggi”.

Topics
Continua la lettura

Nicoletta Floris

Studentessa di economia appassionata al mondo del motorsport (specialmente Formula 1 e MotoGP). Blogger della pagina Instagram laragazzadelmotorsport.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *