2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Canada

Formula 1 | GP Canada 2018, Mercedes: Bottas secondo, Hamilton quarto

Qualifica deludente per la Mercedes, su uno dei circuiti in cui solitamente è davvero forte. Bottas secondo ed Hamilton quarto, in gara riusciranno ad insidiare la prima posizione occupata da Vettel?

La Mercedes è stata dietro alla Ferrari in Canada. Un errore di Valtteri Bottas in Curva 2 e il fatto che Lewis Hamilton non abbia ancora completamente trovato il giusto equilibrio con la monoposto, hanno fatto sì che la pole position andasse nelle mani di Sebastian Vettel, con il finlandese della Mercedes in seconda posizione ed il britannico in quarta.

Lewis Hamilton a riguardo ha dichiarato: “E’ stata una qualifica difficile, i miei giri non erano buoni e non riuscivo ad effettuare il giro perfetto che cercavo, sembrava che andasse tutto bene nella terza sessione di prove libere ma nelle qualifiche non sono riuscito a raggiungere il potenziale che avevamo mostrato. Penso che le prestazioni di oggi abbiano a che fare con il motore non aggiornato e già molto utilizzato, inoltre Sebastian è riuscito ad effettuare un lavoro migliore rispetto al mio. La lotta è serratissima, perciò sarà difficile superare in gara, anzi sono sicuro che sarà difficile vincere dalla quarta posizione, ma nulla è impossibile, quindi mi concentrerò per dare il 100% in gara”.

Valtteri Bottas invece ha affermato: “E’ stata una sessione di qualifica piuttosto buona. Sono riuscito a tirare fuori il meglio dalla monoposto, e questo è un buon risultato, anche se non quello perfetto che ci aspettavamo, perché non volevamo partire dietro la Ferrari, ma sapevamo a cosa andavamo incontro non portando i miglioramenti per questo fine settimana. La Red Bull sarà anche una minaccia, ma è bello vedere tre squadre lottare per la vittoria, siamo felici di aver scelto la mescola Ultrasoft per iniziare la gara, penso che sia la scelta più giusta per la nostra vettura. Sarà interessante vedere come andrà a finire, soprattutto perché la Red Bull partirà con la mescola Hypersoft. In generale, sembra che le differenze siano molto piccole tra le prime tre squadre, per cui la strategia potrebbe effettivamente essere la chiave. Dovrebbe essere una gara interessante”.

Toto Wolff, il Team Principal della Mercedes, invece ha dichiarato: “Oggi non siamo stati abbastanza veloci nelle qualifiche, la seconda e la quarta posizione sulla griglia lo fanno capire ed è deludente che ci capiti in un circuito in cui siamo sempre stati molto forti. Ancora una volta questo dimostra che è un campionato in cui i piccoli dettagli fanno la differenza alla fine: le differenze sono misurate in frazioni di un decimo di secondo e ogni dettaglio, non importa quanto piccolo, conta nella performance finale. Abbiamo bisogno di montare ogni pezzo del puzzle perfettamente per fare bene, se vogliamo vincere”.

“Valtteri ha guidato bene effettuando un bel primo tentativo, ma poi, purtroppo, non è riuscito a migliorarsi nel suo secondo tentativo e perciò si è dovuto accontentare della seconda posizione. Lewis è migliorato nel suo ultimo tentativo, ma non è mai stato totalmente a suo agio con la mescola Hypersoft e la sua posizione nella classifica è un esempio di ciò. La cosa positiva è che entrambe le vetture iniziano con la mescola Ultrasoft, quindi speriamo di essere in una posizione solida per la gara, con diverse opzioni strategiche” ha così concluso.

Topics
Continua la lettura

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta! C'è dell'altro!