2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Canada

Formula 1 | GP Canada 2018, Ferrari: Vettel in pole e Raikkonen quinto

Sebastian Vettel ottiene in Canada la quarta pole stagionale, invece Kimi Raikkonen a causa del sottosterzo deve accontentarsi della quinta posizione

Con quasi un decimo di vantaggio sulla Mercedes di Valtteri Bottas e ben tre sul suo compagno di squadra, Sebastian Vettel ha ottenuto la sua quarta pole stagionale. Questa pole però ha più valore per il tedesco della Ferrari, a causa delle cattive sensazioni che aveva ieri e che non lasciavano presagire nulla di buono. Perciò a riguardo ha affermato: “Ieri non ero contento della monoposto, non mi divertivo e non avevamo un ritmo, anzi avevamo anche dei problemi, ma oggi siamo riusciti a cambiare le cose, mi sono svegliato fiducioso, la monoposto era più veloce e alla fine è andato tutto bene. Grazie al team per il lavoro svolto, sono molto felice e grazie anche ai nostri fan per il supporto che ci danno costantemente”.

Le Ferrari e le Mercedes inizieranno la gara con la mescola Ultrasoft, mentre le Red Bull con la mescola Hypersoft. Sebastian Vettel è rimasto davvero sorpreso dalla strategia scelta dal team di Milton Keynes, infatti ha dichiarato: “In passato abbiamo visto come qui solitamente si devono fare un paio di giri di preparazione per poi poter effettuare il giro perfetto, ma fortunatamente sono stato in grado di ottenere un buon crono al primo tentativo. Era quello che con il team volevamo fare. Credo che la mescola Hypersoft non sia adatta per la gara, perciò sono sorpreso che la Red Bull abbia deciso di adottare questa strategia, ma vedremo cosa succederà domani”.

Il poleman della giornata ha fatto un ultimo giro con la mescola Hypersoft quasi al termine della Q2, ma in ogni caso l’idea non era quella di migliorare il tempo ottenuto con la mescola Ultrasoft. Nonostante ciò, Sebastian Vettel ha sottolineato la sua rabbia per aver trovato tutto quel traffico verso la fine di quel giro. “Volevo vedere come mi sentivo e capire dove ci potevamo trovare con questi pneumatici. Ma trovare tre vetture così lente anzi quasi ferme, non capendo se mi avessero visto o meno e specialmente non capendo cosa volessero fare, mi ha costretto a dover abortire il giro, quindi è stata una cosa fastidiosa ed anche pericolosa”, ha così concluso il quattro volte Campione del Mondo.

Qualifica sfortunata invece per Kimi Raikkonen. Il finlandese della Ferrari deve accontentarsi del quinto posto a causa di uno strano avvenimento che ha condizionato il suo ultimo tentativo. A riguardo infatti ha dichiarato: “Nel mio ultimo tentativo in Q3, improvvisamente avevo molto sottosterzo all’ingresso della curva 2, ho sofferto parecchio e non sono riuscito a curvare. A quel punto non ho avuto altra scelta che uscire da lì il più rapidamente possibile, sono uscito fuori traiettoria e perciò sono finito sull’erba e non ho potuto evitare di abortire il giro. Quello che è successo è stato strano perché la monoposto andava forte su tutto il circuito. Sono sicuro che oggi è andata meglio rispetto a ieri, ma alla fine non ho ottenuto il risultato che volevo. Domani è un altro giorno, e vedremo cosa succede. Certo sarà complicato, ma pensando alle mescole con cui inizieremo la gara, credo che abbiamo preso la decisione più giusta”.

Topics
Continua la lettura

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aspetta! C'è dell'altro!