2018Gran Premio FranciaTecnica F1

F1 | GP Francia: Tutte le novità tecniche al Paul Ricard

Osserviamo nel dettaglio le soluzioni tecniche portate dai team di F1, che torna dopo tanti anni a calcare l’asfalto del circuito Paul Ricard

Topics

Osserviamo nel dettaglio le soluzioni tecniche portate dai team di F1, che torna dopo tanti anni a calcare l’asfalto del circuito Paul Ricard.

Ancora una volta la vettura che porta molti affinamenti aerodinamici esclusivi per ogni GP è la Ferrari, che al Paul Ricard introduce delle modiche al disegno dell’ala anteriore.

Rispetto al Canada, qui è molto importante avere una vettura precisa all’anteriore con più carico, a discapito della velocità di punta.

Nel dettaglio osserviamo le novità della nuova ala anteriore al Paul Ricard, rispetto a quella usata in Canada e introdotta la prima volta in Azerbaijan:

ala ferrari francia
edit @rosariogiuliana

Le novità, evidenziate in giallo, mostrano anche come siano stati modificati i deflettori attaccati alla paratia, per schermare al meglio le ruote anteriori dai flussi che investono la monoposto. La Ferrari nelle FP1 ha comunque utilizzato la vecchia ala introdotta a Baku.

Leggera modfica è stata fatta anche alle pinne sulla scocca che indirizzano i flussi verso le bocche delle pance per i radiatori.

foto @motorlat

Confermati anche i BargeBoard visti in Canada, ed è stata reintrodotta la deckwing al posteriore.

Per la Mercedes, rispetto al Canada, al Paul Ricard sono stati rimodificati i cestelli dei freni anteriori, non più asimmetrici, ma una versione più classica a sei fori obliqui.

Per il raffreddamento permane il cofano motore con la bocca aperta per lo smaltimento dell’aria calda prodotta da tutta la PU con i motori elettrici.

edit @rosariogiuliana

Comparazione anche fra i due piloti, con la nuova soluzione al diffusore montata dal findandese Bottas.

edit @rosariogiuliana
foto @motorlat

 

Novità al diffusore anche per Red Bull, che modifica la zona centrale, che adesso è mono spigolosa e più lineare. Una soluzione simile era stata portata anche da McLaren in Bahrain, che si era pure concentrata in quella zona della vettura.

 

Analizzando invece i team di fascia media, la Renault al Paul Ricard (gp di casa) conferma il pacchetto innovativo portato in Canada, nonostante il buon piazzamento ottenuto a Montreal, al team francese manca ancora quello step di circa sette-nove decimi per essere più vicino ai top 3 Mercedes, Ferrari e Red Bull.

Vediamo in foto i BargeBoard introdotti in Canada e confermati in Francia:

foto @motorlat

Lavoro in medesima zona anche per l‘AlfaSauber e Force India:

Sulla monoposto svizzera continua un lavoro di sviluppo, con una monoposto in crescita, che con Leclerc riesce spesso ad abbattare il muro della Q1. Modifiche sono state fatte nel fondo dietro i bargeboard, con delle vere e proprie lamette oblique che hanno lo scopo di portare aria nel sotto vettura e poi al diffusore.

foto @giorgiopiola

Stesso lavoro sulla “pantera rosa”, che ha visto su una solo monoposto durante le FP1 (quella di Ocon) l’alloggiamento di un’aletta nella zona delle pance. Lavoro anche di comparazione aerodinamica fra due ali anteriori portate qui al Paul Ricard

 

foto @giorgiopiola

 

Topics
Continua la lettura

Rosario Emanuele Giuliana

Sono uno studente di Ingegneria Industriale con la grande passione della F1 e della sua tecnologia. Mi piace molto anche la conoscenza in generale, la Fisica, e l'aviazione. Spero di riuscire a trasmettere la mia passione tramite quelle "quattro righe" che scriverò. Buona Lettura :)

Aspetta! C'è dell'altro!