2018

Formula 1 | Wolff: “Il rinnovo di Hamilton? Prima pensiamo a migliorare la W09”

Del rinnovo di Hamilton non si parla da un po’. Il motivo è che a Brackley la priorità è far tornare la Mercedes a vincere come in passato e i contratti sono passati in secondo piano

Topics

Tre gare senza vittorie, poi il fortunoso successo di Lewis Hamilton nel pazzo finale di Baku: non erano questi i livelli a cui era abituata la Mercedes da quando è iniziata l’era ibrida, visto che negli anni passati monopolizzava il campionato dall’inizio alla fine. E anche l’attuale leadership di Hamilton nel mondiale appare più il frutto delle disgrazie altrui (soprattutto di Bottas e Vettel) che non dei reali meriti del britannico e della W09. Un inizio di stagione che per Toto Wolff, abituato a pole e doppiette fino a poco tempo fa, deve essere presto dimenticato. Il team principal Mercedes, non a caso, ha parlato di una squadra motivata a risolvere i mali della W09, che sembra avere più difficoltà delle rivali nella gestione delle gomme, mettendo in secondo piano tutto il resto.

Fra le questioni messe in secondo piano figura anche il famoso rinnovo di Hamilton, che per i media in inverno era cosa fatta. In realtà non se ne è più parlato e non è detto che lo si farà da Barcellona. La Mercedes è infatti interessata a valutare gli eventuali miglioramenti della W09 a Catalunya e in ogni caso ad incrementare le prestazioni della vettura, piuttosto che parlare di contratti.

“No, non abbiamo più discusso del contratto di Hamilton – ha confermato Toto Wolff – Non è più la nostra priorità in agenda; adesso tutto il team è focalizzato sul modo per rendere più competitiva la nostra monoposto, che ha sofferto in queste prime corse“. Poi Wolff ha rassicurato che il nuovo contratto (per il quale si vociferano cifre faraoniche) è solo questione di tempo: “Sia noi che Lewis siamo in sintonia su ciò che vogliamo, dunque credo che senza troppi patemi a un accordo si arriverà”.

E Bottas? Anche in questo caso, secondo Wolff non sembrano esserci ostacoli al rinnovo del contratto del finlandese. È vero, il mercato offre altri piloti interessanti, su tutti Daniel Ricciardo, che scalpita per avere una macchina da titolo, e il pupillo Mercedes Esteban Ocon (che però ha un po’ deluso in queste prime uscite del 2018), ma l’ottimo rendimento mostrato da Bottas dal Bahrain in poi sembra avere convinto il team. “Non serve cercare un’altra donna se già ti trovi bene con la sposa che hai” ha detto Wolff con la solita metafora parlando di Bottas.

Topics
Continua la lettura

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Aspetta! C'è dell'altro!