Formula 1 2018Gran Premio CinaLewis HamiltonMercedes AMG PetronasPrimo piano

Formula 1 | Hamilton: “Devo ringraziare Verstappen, altrimenti sarei finito più indietro”

Solo l’incidente tra Verstappen e Vettel evita a Lewis Hamilton una poco confortevole sesta posizione; l’inglese, nel post gara, tira un sospiro di sollievo per non essere rimasto coinvolto nello scontro

Una gara opaca conclusa al quarto posto per Lewis Hamilton ma che sarebbe potuta finire ben prima della bandiera a scacchi se l’incidente tra Verstappen e Vettel lo avesse coinvolto, visto che il pilota Mercedes si trovava subito alle loro spalle.

Per sua fortuna, l’inglese è riuscito a passare indenne anche se ha dovuto cedere una posizione a Kimi Raikkonen, meno rallentato dallo scontro davanti a se: Ero decisamente preoccupato di essere coinvolto – ha ammesso Hamilton – specialmente mentre cercavano di girarsi, in quel momento ho pensato che sarei potuto esser preso dentro pure io”.

“Sono comunque riuscito a passare in modo sicuro, anche se quando mi sono avvicinato lì ho visti lì, proprio in fronte a me. In quel momento l’unica possibilità per me era quella di andare a sinistra.”

Lewis Hamilton che proprio con Verstappen aveva avuto a che fare poche tornate in precedenza quando l’olandese aveva cercato di sorpassarlo all’esterno di curva 7 ma il sottosterzo lo aveva portato fuori pista, anche per l’ex McLaren non era il miglior posto dove cercare un sorpasso: “A curva 8 è un po’ più semplice sorpassare ma curva 7 è molto lunga e veloce, in più è sporca all’esterno“.

“Quando guardo il replay, non capisco cosa stesse facendo, ma non è stato un problema per me, anzi sono naturalmente grato per il modo in cui guida, perché ciò significava che oggi non abbiamo perso troppi punti”.

Se il sorpasso di Verstappen non è riuscito, discorso diverso per Ricciardo che dopo averlo passato è riuscito a vincere la gara: “Durante la safety car ho visto le due Red Bull dietro di me con gomme nuove ed ho pensato ‘come diamine hanno fatto?’. All’inizio ho pensato che avrei avuto una possibilità con Seb ma non so se qualcuno si aspettasse che sarebbero state così veloci.”

Tags
Show More

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *