Brendon HartleyFormula 1 2018Gran Premio BahrainSergio Perez

Formula 1 | Gran Premio del Bahrain, 30 secondi di penalità per Perez e Hartley

Nel dopo gara i commissari hanno discusso con i due piloti per verificare quanto accaduto durante il giro di formazione, assegnando una penalità di 30 secondi a entrambi e facendoli scivolare in 16^ e 17^ posizione

Il Gran Premio del Bahrain ha acceso le scintille tra Sergio Perez e Brendon Hartley: partiti insieme dalla sesta fila sulla griglia di partenza, i due piloti sono stati protagonisti di un incidente durante i primi giri della gara.

Inizialmente, Hartley è stato ritenuto responsabile di quanto accaduto in pista e ha subito una penalità di 10 secondi; tuttavia, nel dopo gara, i commissari hanno voluto incontrare entrambi i piloti per discutere di un’altra questione, forse scappata ai più.

Come riporta Motorsport.com, durante il giro di formazione, infatti, Perez ha superato Hartley, dato che quest’ultimo procedeva a passo lento rispetto agli altri piloti; dal canto suo, il pilota della Toro Rosso non ha potuto recuperare la sua posizione di partenza e non ha seguito la procedura corretta secondo cui, in questa situazione, il pilota è costretto a partire dalla pit lane.

Di conseguenza, la direzione di gara ha deciso di ascoltare i protagonisti dell’accaduto e le loro scuderie, decidendo quindi di attribuire 30 secondi di penalità a entrambi, invece di limitarsi allo stop and go di 10 secondi determinato durante la gara. Hartley, inoltre, ha dovuto subire altri 2 punti di penalità per quanto riguarda la sua licenza, riducendo il totale previsto di 12 mesi a 4.

Questa la dichiarazione ufficiale dei commissari: “La vettura 11 (Perez) ha superato la vettura 28 (Hartley) prima della curva 1 e poi durante il resto del giro di formazione non ha fatto alcuno sforzo per permettere alla vettura numero 28 di riprendere la propria posizione. Anche il pilota della macchina numero 11 ha ammesso che il pilota della numero 28 non è stato eccessivamente rallentato quando ha lasciato la griglia per iniziare il giro di formazione. In questo caso, i commissari hanno deciso di non aggiungere altri punti di penalità, in quanto questa è già sufficiente. La macchina 28 è stata superata dalla macchina 11 durante il giro di formazione, non è riuscita a ristabilire la propria posizione prima della linea della safety car e quindi non è rientrata ai box come previsto dall’articolo 38.3”.

In definitiva, quindi, le diverse penalizzazioni hanno portato Perez e Hartley a chiudere la gara rispettivamente al sedicesimo e diciassettesimo posto.

Tags
Show More

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *