Force IndiaFormula 1 2018Gran Premio BahrainMercedes AMG PetronasScuderia FerrariTecnica F1Williams Martini Racing

Formula 1 | GP Bahrain: soluzioni diverse per lo smaltimento termico dei team

Nel dettaglio osserviamo, soprattutto Ferrari e Mercedes, le soluzioni per lo smaltimento termico in Bahrain fra cofani aperti e branchie sulle pance

Come di consuetudine ogni anno in Bahrain è possibile notare le varie soluzioni portate dai team per facilitare lo smaltimento termico:

Anche se si corre in notturna e non dovrebbe fare comunque molto caldo, i team sono molto cauti per quanto riguarda l’affidabilità di queste complicate Power Unit. MGU-H, MGU-K, e tutto il motore endotermico col gruppo turbo-compressore generano temperature di esercizio molto alte, che col caldo del clima equatoriale del Bahrain possono compromettere l’affidabilità di tutta la Power Unit.

Soluzione Mercedes che si ispira a quella già vista lo scorso anno:

Il team di Stoccarda porta un cofano motore cosi detto a “camino” con la parte superiore spanciata e aperta. Questa soluzione è molto conveniente dal punto di vista di pulizia dei flussi, in quanto non va a interagire con l’aerodinamica della parte inferiore della vettura. Vediamo nel dettaglio la soluzione portata in Bahrain quest’anno, molto simile a quella utilizzata per gran parte dello scorso anno quando ancora c’erano pinna e T-wing:

foto originale @giorgiopiola

Da notare le bocche sopra le pance e dietro l’Halo già viste nei test e in Australia.

Qui in basso invece la soluzione 2017:

 

Per quanto riguarda la Ferrari una soluzione più comune fra i team ma comunque elaborata, che riguarda le classiche “branchie” nella parte alta delle pance:

foto originale @giorgiopiola

Soluzione analoga da parte della Force India che è praticamente identica a quella Ferrari, ma leggermente più piccola:

foto @AlbertFabrega

 

In casa Williams invece una soluzione più radicale e sicuramente meno efficiente dal punto di vista aerodinamico, con un cofano allargato nella zona posteriore a scapito di un ingombro vettura nettamente maggiore. Vediamo la soluzione portata qui in Bahrain, in relazione a quella vista nei test e in Australia, con un retrotreno più rastremato.

Tags
Show More

Rosario Emanuele Giuliana

Sono uno studente di Ingegneria Industriale con la grande passione della F1 e della sua tecnologia. Mi piace molto anche la conoscenza in generale, la Fisica, e l'aviazione. Spero di riuscire a trasmettere la mia passione tramite quelle "quattro righe" che scriverò. Buona Lettura :)

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *