2018Dichiarazioni dei PilotiGran Premio Azerbaijan

Formula 1 | GP Azerbaijan 2018, piloti Red Bull si rammaricano: “Ci scusiamo con il team”

Il tamponamento di Daniel Ricciardo ai danni del compagno Max Verstappen ha messo fuori gara entrambi i cavallini Red Bull, un evento eccezionale che non dovrà più ripetersi in futuro

Topics

Il duello tra i due piloti Red Bull si era acceso sin dai primi giri: dopo qualche scaramuccia ed un contatto tra le due ruote anteriori i due sono venuti a contatto quando Verstappen, nel tentativo di chiudere il compagno per evitargli il sorpasso, è stato tamponato dallo stesso Ricciardo che aveva tentato di allungare la frenata. Il risultato è un doppio zero che si somma a quello del Bahrain e pregiudica, dopo sole quattro gare, la lotta con Ferrari e Mercedes.

“Sicuramente è stata una gara caotica – ha esordito Ricciardo – e posso scommettere che abbiamo causato gran parte di questo. Ho visto qualche replay e l’unica cosa che entrambi possiamo dire è scusa al team. E’ l’ultima cosa che volevamo. Vogliamo essere in grado di gareggiare liberamente e sono grato al team di permettercelo.”

Abbiamo cercato di rimanere puliti e darmi spazio l’uno con l’altro ma stavamo gareggiando duramente ed alla fine questo ci è costato. Non voglio parlare dell’incidente ma questo è il peggior scenario e tutti noi siamo abbastanza scoraggiati. Mi scuserò personalmente con il team ed una volta ancora, sono davvero dispiaciuto che siamo tutti in questa situazione quando tutti hanno lavorato così duramente per darci ad entrambi una buona vettura.”

“Oggi è stato davvero sconfortante per il team – ha detto Verstappen – e abbiamo perso molti punti non necessariamente. Non penso che dobbiamo parlare di questo perché alla fine della giornata stiamo gareggiando per il team e rappresentando molte persone, quindi nel momento in cui succede non è positivo per entrambi. La scia era veramente forte e la nostra velocità era simile, quindi siamo stati sempre vicino l’un l’altro.”

“Prima dell’incidente è stato molto difficile gareggiare ma giustamente penso che ci siamo lasciati spazio l’un l’altro, ci siamo sfiorati con le gomme ma penso che in gara possa accadere, ma cos’è successo successivamente non è stato positivo. Impareremo da questo e far sì che non accada più in futuro. Non penso che non lasciarci gareggiare tra di noi sia la giusta direzione per il futuro ma certamente parleremo di questo come un team ed impareremo da questo.”

“Siamo sempre molto puliti l’un con l’altro ed abbiamo parlato immediatamente di questo. Al momento, sono solo dispiaciuto e voglio scusarmi con le persone che rappresentiamo qui ed a tutta la factory.”

Topics
Continua la lettura

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Aspetta! C'è dell'altro!