Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2018Gran Premio BahrainMercedes AMG Petronas

Formula 1 | Bottas e Hamilton: “Deludente non essere in prima fila”

I piloti della Mercedes sono delusi dalle prestazioni ottenute durante le qualifiche del Gran Premio del Bahrain, ma sono anche fiduciosi di poter mettere pressione a Ferrari e Red Bull, soprattutto in quei punti del circuito in cui i team sono molto vicini tra loro

Il weekend del Bahrain non sembra sorridere alle Mercedes: alla chiusura delle qualifiche, i piloti hanno conquistato il terzo e il quarto posto, anche se a causa della sostituzione del cambio Lewis Hamilton partirà dalla nona posizione sulla griglia di partenza.

L’inglese della Mercedes, al termine della sessione, si è detto consapevole delle difficoltà che dovrà affrontare domani in gara, gara che sicuramente metterà in scena diversi sorpassi entusiasmanti. Tuttavia, il pilota ha dichiarato che l’obiettivo di domani sarà quello di limitare i danni e di guadagnare comunque qualche punto, anche se si è detto fiducioso circa un possibile duello con Ferrari e Red Bull.

“Abbiamo cercato di stare davanti alla Ferrari, ma è stata dura: ha semplicemente tenuto un buon passo per tutto il weekend e ha un certo vantaggio, come capita spesso in queste condizioni così calde. Cercherò e tirerò fuori fino all’ultima goccia di potenza dalla macchina: non so cosa saremo in grado di fare domani, ma darò tutto quello che ho e spererò di poter fare qualcosa”.

Più ottimista, invece, il compagno di squadra Valtteri Bottas: consapevole della delusione di non poter dominare ancora una volta la prima fila, il finlandese ha sottolineato quanto dichiarato da Hamilton, ammettendo che il team ha cercato di fare il possibile per stare davanti alle Rosse di Maranello, ma purtroppo la Ferrari si è spesso trovata a suo agio su circuiti e condizioni come quelle del Bahrain.

Motivato comunque a dare del filo da torcere ai piloti di Maranello, Bottas ha dichiarato: “Penso che la macchina abbia il giusto set-up, ma è difficile stimare il passo gara; penso che sarà comunque una battaglia stretta tra noi, Ferrari e Red Bull, quindi potrebbe essere una gara interessante. L’anno scorso ho imparato molto sulla gestione delle gomme su questo circuito e lo userò in gara domani. Spero che anche Lewis possa conquistare qualche punto, in modo da mettere pressione alla Ferrari”.

I piloti Mercedes, quindi, sono apparsi particolarmente consapevoli della situazione e si sono dimostrati altrettanto calmi e determinati a dare il meglio per poter tornare a stare davanti; della stessa opinione, inoltre, sono apparsi anche Toto Wolff e James Allison, che hanno voluto sottolineare ulteriormente il fatto come in alcuni punti del circuito le loro monoposto siano molto vicine a quelle di Ferrari e Red Bull. Questo, quindi, potrebbe certamente dare vita a una gara entusiasmante e interessante.

Naturalmente, il direttore esecutivo e il direttore tecnico del team, si sono detti anche delusi dalle prestazioni delle vetture durante le qualifiche di oggi: nonostante il piccolo passo avanti, infatti, entrambe non sono riuscite a stare al passo e a conquistare risultati migliori.

Tuttavia, nonostante quella di domani possa essere una gara difficile per la Mercedes, la scuderia è motivata a dare il 100% e a combattere sicuramente fino all’ultimo giro per cercare di rimontare sulla scuderia di Maranello.

Tags
Show More

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *