Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2018PilotiScuderia FerrariSebastian VettelTest BarcellonaTest Formula 1

Formula 1 | Vettel in pista anche martedì. Halo non lo convince

Sebastian Vettel promuove la SF71H: il tedesco scende in pista oggi per poi tornarci martedì 6 marzo. E sull’Halo ha qualche appunto da fare

Sebastian Vettel è stato attivissimo nella giornata di martedì sulla pista del Montmelò, segnando il miglior tempo con 98 giri totali. Ma tra gli aspetti a convincerlo meno c’è l’Halo.

“Dal punto di vista dell’operatività complessiva è andato tutto liscio, direi che la macchina funziona. Ma le condizioni di oggi (martedì; ndr) non sono quelle in cui normalmente girano le F1: è persino nevicato e con tre o quattro gradi di atmosfera e 8-9 di asfalto, tutti hanno fatto fatica a mandare le gomme in temperatura. Il meteo è stato il fattore limitante; il fatto che fosse molto più freddo dell’anno scorso, e l’asfalto completamente diverso, impediscono di fare paragoni. Per ora ci concentriamo su noi stessi senza guardare a quello che fanno gli altri”.

Non è certo una gemma!“, dice a proposito del neonato sistema di sicurezza. “Non ha un bell’aspetto. Per quanto riguarda la visibilità, hai il supporto centrale davanti al naso, non mi piace la parte superiore, che ti dà l’impressione di girare con un tetto. Ma va bene così, è la stessa situazione per tutti. Potrebbe risultare un problema la visione in diagonale verso l’alto. Abbiamo già sistemato in modo diverso le luci di fermata al box, mentre quel che significherà avere l’Halo nelle luci in partenza è da vedere. Dipenderà anche dalla posizione in griglia, dovremo scoprirlo. Forse potremmo dover inserire più semafori», conclude il pilota tedesco.

Intanto Sebastian è in pista anche oggi, per poi iniziare la seconda sessione di test con la SF71H martedì 6 e concludere giovedì 8 marzo. Il mercoledì e il venerdì toccherà invece a Kimi Raikkonen.

 

Topics
Continua la lettura

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *