Formula 1 2018Haas F1 Team

Formula 1 | Steiner: “Gli altri team vedono i fantasmi”

Il team principal della Haas non usa mezzi termini per respingere al mittente le accuse delle altre scuderie

Continuano le polemiche tra Haas e i team rivali. E’ notizia di questi giorni la richiesta di investigazione da parte di Force India e Mclaren sui rapporti tra il team americano e Ferrari, ma Steiner non ci sta.

Parlano senza intelligenza e senza cognizione , esordisce Steiner. “Vedono i fantasmi, non hanno capito il design dell’auto. Dicono che la macchina sembra molto simile a una Ferrari dell’anno scorso. Quindi, avremmo dovuto copiare la loro auto, che è dietro di noi, o realizzare una macchina sufficientemente competitiva? Datemi una risposta su questo”

“Abbiamo un passo uguale della Ferrari (più lungo rispetto alla vettura 2017, ndr). Dobbiamo farlo perché utilizziamo le stesse sospensioni, perché dovremmo agire in modo diverso? È logico, quindi non può essere la Ferrari dell’anno scorso, perché ha lo stesso passo della Ferrari di questa stagione. Il punto è che, se qualcuno ha un problema a riguardo, gli mostro volentieri qual è la strada per gli uffici della FIA, così possono presentare una protesta”.

Se devi giustificare la tua incompetenza, l’attacco è la miglior difesa. Se qualcuno ha il doppio del nostro budget ed è dietro di noi, chiunque sia il proprietario della squadra, quest’ultimo si dovrebbe chiedere: ‘Cosa stiamo facendo qui?’ È una competizione, forse l’anno prossimo saremo ultimi. Quindi, ogni volta che si parla, bisognerebbe avere degli argomenti, non ci si può basare solo su delle supposizioni”, conclude con tono piccato.

Netto anche il commento del direttore di gara Charlie Whiting: “Sappiamo esattamente cosa sta succedendo tra Haas e Ferrari. È tutto completamente legale. L’anno scorso c’è stata una squadra che esprimeva alcune preoccupazioni, ma non abbiamo visto nulla che ci riguardi in questo momento”.

Tags
Show More

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *