Ferrari MediaFormula 1 2018Gran Premio AustraliaScuderia Ferrari

Formula 1 | Piloti Ferrari: “Come inizio non è male”

Il Mondiale 2018 è ufficialmente iniziato e i piloti della Ferrari hanno concluso la prima giornata di libere con il quarto e quinto tempo, dichiarando di essere abbastanza soddisfatti, nonostante la consapevolezza del lavoro ancora da fare

Il primo weekend di Formula 1 del 2018 è ufficialmente iniziato e i piloti della Ferrari sembrano essere abbastanza soddisfatti del lavoro svolto in pista. In particolare, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel sono stati impegnati in un importante lavoro di raccolta dati e set-up, in modo da capire al meglio le prestazioni della nuova monoposto.

I due piloti hanno completato rispettivamente 62 e 60 giri e hanno testato tutte e tre le mescole portate da Pirelli per il Gran Premio di Melbourne, vale a dire soft, supersoft e ultrasoft, provando anche diversi carichi di carburante.

Nello specifico, il tedesco della Ferrari ha chiuso la prima giornata di prove libere con il quinto tempo e non sembrerebbe aver svelato del tutto il potenziale della nuova Rossa: come riporta Motorsport.com, questo gli è costato mezzo secondo rispetto al miglior tempo segnato da Lewis Hamilton.

 È stato un lavoro…noioso, come ogni venerdì. Abbiamo cercato di trovare il giusto equilibrio con la macchina perché non mi sentivo del tutto a mio agio all’inizio, ma non sono preoccupato perché so che se facciamo tutto per bene, la macchina dovrebbe funzionare. Sembra che siamo vicini, il che è una bella notizia, per cui domani dovremmo riuscire a fare qualcosa”.

Vettel, quindi, non sembra essere ancora impensierito da quello che potrà essere il weekend di gara, anche se ha ammesso che la pista presenta una caratteristica particolare che rende difficile ai piloti recuperare tempo sul giro. Tuttavia, il tedesco ritiene che la monoposto abbia ancora del potenziale da raccogliere ma, se tutto andrà come deve andare, il team non dovrebbe avere particolari problemi.

Giornata più positiva, invece, è stata quella del finlandese della Ferrari che è riuscito a piazzarsi davanti al compagno di squadra in entrambe le sessioni. Raikkonen, sempre secondo quanto riporta Motorsport, si è mostrato più a suo agio con la nuova macchina e ha confermato di aver provato diversi set-up per verificare il comportamento della monoposto, dichiarando come ci sia ancora del lavoro da fare per arrivare in forma alla gara di domenica.

Non è facile trovare un buon set-up, ma la partenza di oggi non è andata male. Abbiamo provato diverse cose e abbiamo fatto del nostro meglio per migliorare qui e là. Stiamo facendo le nostre considerazioni sulla strada migliore da percorrere per capire come farlo al meglio. E’ normale soprattutto all’inizio dell’anno. Vedremo come sarà il tempo domani. Questa sera analizzeremo tutto il lavoro svolto oggi, ricaveremo tutti gli aspetti positivi e vedremo cosa si può fare”.

 Raikkonen ha inoltre dichiarato che rispetto ai test le cose sono cambiate in relazione alla monoposto, ma ha voluto precisare che questo non è sintomo di una macchina poco competitiva, dato che si tratta della prima gara dell’anno e i tempi non sono ancora maturi per sbilanciarsi in questo senso.

 

Tags
Show More

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *