FIAFormula 1 2018Gran Premio Australia

Formula 1 | Brawn: “A Melbourne sono mancati i sorpassi”

Ross Brawn sottolinea la necessità di rendere le gare più avvincenti e con un un numero maggiore di sorpassi, elemento vitale delle corse. Intanto si studiano modifiche al tracciato di Melbourne

Non è bastato inserire una terza zona DRS: anche quest’anno a Melbourne sono mancati i sorpassi (solo 5), e Ross Brawn non ha mancato di sottolinearlo.

“È mancato un ingrediente vitale, vale a dire il sorpasso”. ha dichiarato Brawn. “Perché in
questa prova d’apertura ce ne sono stati davvero pochi. È fondamentale che le macchine siano in grado di avvicinarsi l’una all’altra e di combattere ruota a ruota. Quando ci si trova a poca distanza da un’altra auto è quasi impossibile per chi insegue avvicinarsi quel tanto che è su£ficiente per tentare un attacco. Lo abbiamo potuto vedere con Hamilton e Vettel, Verstappen e Magnussen, ancora fra l’olandese e Alonso, e poi tra Ricciardo e Raikkonen”.

“Pensate a quanti confronti ruota a ruota ci siamo persi. Avevamo persino una terza zona
DRS, istituita proprio per aumentare le opportunità di sorpasso”.

Uno dei nostri obiettivi, che stiamo osservando con la FIA e le squadre, è che, per il 2021, vogliamo
avere macchine che permettano ai piloti di combattersi veramente l’un l’altro in pista. A tal fine, la Federazione e la F1 stanno portando avanti un programma di ricerca aerodinamica con due modelli di auto, entrambi in galleria del vento, e utilizzando CFD. Abbiamo bisogno di evolvere un design automobilistico che si avvicini al livello di prestazioni che vediamo ora, ma che consenta l’azione ruota a ruota”, conclude il responsabile sportivo di Liberty Media.

Intanto si ipotizzano modifiche al tracciato di Albert Park. Whiting lo testimonia: “Abbiamo discusso alcune modifiche al layout della pista con l’AGPC. C’è un progetto che potrebbe essere realizzato, ma non sono sicuro di dove siano arrivati con esso. Era un’idea che ho dato loro un paio di anni fa. Sarebbe relativamente semplice, ma non bisogna dimentica che questo è un parco con una strada pubblica, quindi non è così facile come per le gare in pista“.

L’Australian Grand Prix Corporation si dice disponibile a eventuali modifiche (si parlava di modificare il tratto delle curve 11 e 12) ma i cambiamenti non saranno vistosi: la conformazione del circuito e le palazzine attorno non permettono di variarne radicalmente il layout.

Topics
Continua la lettura

Christian Caramia

Mi chiamo Christian e ho 27 anni, vivo a Martina Franca (Taranto). Appassionato fin da piccolo di Formula 1, da bambino i miei idoli erano Ayrton Senna e Jean Alesi. Sono cresciuto prima con Michael Schumacher e poi con Kimi Raikkonen. Grazie a loro sono qui a scrivere di questo magnifico sport.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *