Formula 1 2018Renault Sport Formula One Team

Formula 1 | Renault non vuole cambiamenti drastici nel regolamento

Abiteboul si augura non vengano stravolte le regole sui motori in vista del 2021

I nuovi motori che entreranno in uso nel 2021 sono ormai un argomento di attualità, dato che comporteranno non una rivoluzione, come nel 2014, ma comunque una discreta dose di novità. Non dovrebbero esserci cambiamenti troppo drastici, da quello che si conosce al momento: rimarrà il concetto del V6 turbo ibrido, però dovrebbe essere eliminato l’MGU-H e il regime di rotazione innalzato, inoltre dovrebbero essere imposte limitazioni allo sviluppo.

Questo è ciò che trapela al momento. Per i team si tratta di un argomento importante, che Cyril Abiteboul a motorsport.com ha commentato augurandosi non avvenga una vera e propria rivoluzione, che comporti una ripartenza da zero: “Vorremmo evitare di imporre una rivoluzione che ci costringa a ricominciare daccapo. Abbiamo fatto grandi investimenti e un grande lavoro su questi motori, quindi ripartire da zero sarebbe spaventoso. Dobbiamo evitare che il motore abbia tutta questa influenza e che il lavoro di chi si occupa del telaio venga per questo compromesso. Non vogliamo una disparità tale per cui un team non possa vincere gare e fare un buon lavoro col proprio motorista.

Il dialogo con Liberty Media, però, sembra andare nella giusta direzione, secondo Abiteboul: Sento che tutti stanno tenendo un atteggiamento costruttivo e l’obiettivo è arrivare velocemente ad una conclusione. Detto questo, non ci impegneremo sul nuovo motore finché non conosceremo esattamente il regolamento del 2021″.

Per il 2018, intanto, Renault è ancora alla ricerca dei cavalli che la separano dalla Mercedes. Dall’inizio dell’era ibrida, il costruttore francese è risultato diverse volte in difficoltà, sia in termini di performance che di affidabilità, elementi, questi, che hanno portato i rapporti con Red Bull ad incrinarsi inevitabilmente. Nell’era ibrida, Renault ha finora colto otto vittorie. Ben poco, rispetto alla raffica di titoli vinti alla fine dell’era dei motori aspirati con la Red Bull di Vettel.

 

Topics
Continua la lettura

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *