Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2018Max VerstappenRed Bull Racing

Formula 1 | Max Verstappen: “Se avessimo un motore Mercedes, in pista non ci vederebbero nemmeno”

Il pilota olandese della Red Bull ha dichiarato di essere sicuro che ciò che manca alla monoposto è proprio un motore come quello Mercedes, in grado di adattarsi perfettamente alla vettura e renderla più veloce

Il pilota della Red Bull, Max Verstappen, è sicuro che se la scuderia adottasse una motorizzazione Mercedes, sarebbe certamente in grado di dominare la Formula 1, così come ha fatto la scuderia tedesca in questi ultimi anni.

Dopo gli anni di gloria della Red Bull, quando al volante c’era un giovane Sebastian Vettel, la scuderia non ha più conquistato risultati degni di nota e, così come molte altre scuderie, si è trovata a dover rincorrere le frecce d’argento, sempre più veloci e irraggiungibili.

Secondo il pilota olandese, la progettazione della monoposto ha portato alla luce un telaio quasi perfetto, in grado di migliorare il rendimento della vettura in gara; tuttavia, quello che manca secondo Verstappen è proprio un motore migliore, in grado di sfruttare al meglio l’architettura della macchina.

Nel 2017, ha rivelato Verstappen a Motorsport.com, quello che è mancato alla Red Bull è stata proprio la potenza del motore: in particolar modo, una delle più grandi difficoltà della scuderia è stato l’MGU-H, uno dei componenti elettrici della Power Unit, che è risultato molto meno stabile rispetto a quello di Ferrari e Mercedes.

La Red Bull, inoltre, sperava di riuscire a conquistare migliori risultati durante lo scorso Mondiale, soprattutto grazie al cambio del regolamento che aveva favorito maggiormente l’aspetto aerodinamico; tuttavia, come ha ammesso Verstappen, qualcosa è andato storto.

“Hanno pensato di muoversi verso una configurazione con poca resistenza all’aria, ma per qualche motivo non ha funzionato. Qualche volta siamo stati troppo ottimisti, però abbiamo visto che il team può cambiare molto velocemente. Di conseguenza, la tua gara è già compromessa e la stagione è persa: però ti da la speranza che il futuro possa andare in una direzione migliore”.

Topics
Continua la lettura

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication. Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime. Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento. La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca. Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *