Curiosità dalla F1Formula 1 2018Lewis HamiltonMercedes AMG Petronas

Formula 1 | L’allontanamento di Lewis Hamilton dai social

Secondo Zak Brown, l’allontanamento di Lewis Hamilton dai social network è una grande perdita per tutti. Ma tale allontanamento sarà definitivo o momentaneo?

Zak Brown, CEO del gruppo McLaren, è stato uno dei pochi “big” del paddock che ha espresso la propria opinione a riguardo dell’improvvisa e inaspettata “sparizione” di Lewis Hamilton dai social network avvenuta da circa un mese. Zak Brown dice che questa è una grande perdita per tutti, infatti nelle dichiarazioni rilasciate all’agenzia di stampa Reuters al NEC di Birmingham ha dichiarato: “Ovviamente la quantità di continui attacchi che ha ricevuto lo ha infastidito a tal punto, che la soluzione migliore gli è sembrata quella di decidere di non pubblicare nient’altro, allontanandosi dai social”.

“Tutto ciò è un gran peccato non solo per tutti i tifosi del pilota britannico, ma per tutti gli appassionati degli sport motoristici a cui piaceva vedere cosa stesse facendo Lewis Hamilton. Spero che la situazione ritorni presto come prima, perché tutti quanti noi vogliamo vedere cosa fa Lewis Hamilton al di fuori della pista. Ciò che ha saputo creare intorno a lui, la sua voglia di condividere la propria vita sui social, lo ha reso il pilota più seguito, quindi il suo allontanamento dai social network sarebbe una grandissima perdita per tutti”, ha così proseguito Zak Brown. Ma tale allontanamento sarà definitivo o momentaneo?

Fonti vicine all’ambiente personale di Lewis Hamilton e del team Mercedes hanno affermato che questa sorta di sparizione dei social network è solo momentanea, per far sì che il pilota britannico si rilassi totalmente e trovi la giusta concentrazione per l’inizio della stagione del 2018. Secondo il direttore esecutivo della McLaren Zak Brown, le persone dovrebbero essere meno dure e critiche con gli inglesi, perciò ha affermato: “Penso che sia una cosa sgradevole vedere quanto rapidamente le persone attaccano Lewis Hamilton, perché credo che la maggior parte delle persone che lo criticano, gli chiederebbero un autografo se solo se lo trovassero davanti”.

Tags
Prosegui la lettura

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Vedi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *