2017Dichiarazioni dei Piloti

Formula 1 | Ecco perché Leclerc ha scelto il numero 16

A Versailles, dove ha ritirato il premio FIA, Leclerc ha parlato della scelta del suo numero e delle prospettive per il 2018

Topics

Charles Leclerc affronterà la prima stagione in Formula 1 al volante di una Sauber Alfa-Romeo, la cui livrea, ancora a livello di concept, è stata svelata nei giorni scorsi. Dalla presentazione, è emerso che il giovane francese ha scelto il numero 16 e la squadra ha confermato questa decisione. A Versailles, dove è andato a ritirare il premio della FIA per il titolo di Formula 2, Leclerc ha spiegato perché proprio il 16, rivelando che non era affatto la prima scelta.

“Volevo il numero 7 – ha spiegato Leclerc – ma già appartiene a Raikkonen. Così ho pensato al 10, ma l’ha preso Gasly quest’anno, quando ha debuttato con la Toro Rosso. Così ho pensato ad un altro numero e il 16 era la soluzione migliore. 16 è la mia data di nascita, così ho creduto che fosse il miglior numero possibile tra quelli rimanenti”.

Leclerc ha poi parlato delle prospettive in chiave 2018, una stagione da cui è difficile, ora, dire cosa aspettarsi. “Non credo si possano fare molte previsioni adesso – ha detto il francese iridato della Formula 2 –  In Formula 1 capisci cosa puoi aspettarti solo quando metti la macchina in pista nei primi test, prima è impossibile capire a quali risultati potremo ambire. Nelle categorie minori è più facile capire cosa aspettarti già dall’inizio, ma qui le differenze tra le varie macchine sono davvero ampie, così dovremo aspettare ancora un po’ prima di sapere qualcosa”.

“Mi aspetto un buon passo in avanti dalla nuova power unit e spero che anche la macchina faccia uno step importante. Ma bisognerà vedere anche come progrediranno gli altri. Solo dopo potremo avere un’idea sui valori in campo”.

 

Topics
Continua la lettura

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d'anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l'era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Aspetta! C'è dell'altro!