Formula 1 | Nico Rosberg: nuovo futuro in Formula E?

L’ex campione del mondo si è dichiarato particolarmente interessato alla categoria Formula E, anche se non valuta la possibilità di accedervi come pilota

Nico Rosberg sembra voler tornare a essere protagonista di una competizione automobilistica: ritiratosi alla fine del 2016, dopo aver conquistato il suo primo Titolo Mondiale, oggi l’ex pilota Mercedes è diventato ambasciatore della stessa scuderia, ma sta valutando l’idea di entrare nel mondo della Formula E.

Nonostante abbia già dichiarato di non voler tornare a competere come pilota, Rosberg ha preso parte alla gara inaugurale, a Hong Kong, della stagione 2017/2018 della Formula E, vestendo i panni di ospite e ambasciatore del brand Hugo Boss. In questa occasione, come riporta Autosport, ha dichiarato di essere molto interessato a questa competizione automobilistica, avendola seguita spesso da vicino. Tuttavia, secondo le parole del tedesco, non sarebbe sua intenzione scendere in pista in prima persona, quanto più all’interno di un team.

In particolare, con la propria monoposto, la Mercedes conta di rientrare nelle categorie elettrica a partire dal 2019 e, secondo Rosberg, si tratta di una scelta destinata a regalare un brillante futuro al team.

“L’interesse e il clamore girano intorno all’e-mobility ed è per questo che un gran futuro è garantito: le persone sono interessate a questo settore e sono consapevoli che questa tecnologia sarà la protagonista delle prossime battaglie. È una tecnologia che passa dalle auto da corsa alle auto stradali, quelle che guidiamo tutti: ha un meraviglioso futuro davanti”.

Per quel che riguarda, invece, la scelta di Hugo Boss di abbandonare la sponsorship in Formula 1, Rosberg ha descritto questa decisione come qualcosa di innovativo per il marchio che, anche in questo caso, potrebbe rivelarsi una mossa particolarmente vincente.

“Tutti i migliori marchi del mondo gareggiano qui tra di loro: credo che quella di Hugo Boss sia stata una scelta innovativa. È il primo grande marchio di moda a fare questo salto ed è sempre bello essere i primi a muoversi verso qualcosa di nuovo”.

Nonostante si tratti di qualcosa che sta ancora attraversando le prime fasi di vita, secondo Nico Rosberg la presenza di Hugo Boss all’interno di questa competizione è destinata a fruttare molto al brand tedesco e potrebbe rivelarsi davvero una delle mosse migliori fatte finora dal marchio di moda.

Scritto da: Anna Vialetto

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication.
Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime.
Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento.
La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.
Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.