Dichiarazioni dei PilotiFormula 1 2017Formula 1 2018Lewis HamiltonMercedes AMG PetronasValtteri Bottas

Formula 1 | Lewis Hamilton vuole il quinto titolo, ma sa che Valtteri Bottas sarà più forte il prossimo anno!

Lewis Hamilton elogia Valtteri Bottas, ma se vuole ottenere il quinto titolo nel 2018, non può abbassare la guardia, perché il finlandese ormai si è ambientato con la Mercedes

Dopo essere diventato Campione del Mondo per la quarta volta nella sua carriera, Lewis Hamilton pensa già al quinto titolo. Tale obiettivo cercherà di raggiungerlo nel 2018, anche se il pilota britannico crede che il suo compagno di squadra, nella prossima stagione gli renderà le cose più complicate, infatti ha dichiarato: “Valtteri Bottas è stato un compagno di squadra incredibile quest’anno, non è facile ambientarsi in una nuova squadra il primo anno, in particolare quando hai un periodo di tempo molto breve per conoscere il team, imparare i nuovi sistemi e ciò che si userà durante l’anno”.

Oltre al breve periodo di tempo per abituarsi alla nuova squadra, Lewis Hamilton ricorda che non è facile affrontare la pressione che si ha quando ci si trova in una squadra aspirante e favorita ad ottenere il titolo iridato del Campionato Costruttori. Ma crede che il pilota finlandese in questa stagione abbia imparato tutto ciò che gli serve per essere più forte, perciò lui non vuole abbassare la guardia. A riguardo perciò, Lewis Hamilton ha detto: “Si richiede un lungo periodo di tempo per imparare a manipolare la vettura, cercando nel frattempo di ottenere la prestazione perfetta, in tutto ciò la pressione di lottare per il Campionato del Mondo non aiuta per niente. Lui è forte mentalmente e sicuramente il prossimo anno dimostrerà pienamente quanto vale, quindi starò attento”.

Il pilota britannico assicura che vi è molto rispetto tra lui e Valtteri Bottas e che all’interno del team di Brackley vi è un ambiente imbattibile, infatti ha affermato: “Vogliamo solo essere i più veloci in pista, Valtteri non cerca di fare altro se non attraverso il suo talento, lui è come me in questo, perciò è super facile andare d’accordo. C’è un incredibile rispetto tra di noi, la nostra etica del lavoro è simile, alla fine vogliamo vincere nel modo giusto essendo i più veloci in pista, quindi c’è una perfetta armonia all’interno della squadra”.

Topics
Continua la lettura

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 27 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l'aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Aspetta! C'è dell'altro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *