Jenson Button lancia l'idea per il futuro del Circus: “Basta DRS!”

Formula 1 | Jenson Button lancia l’idea per il futuro del Circus: “Basta DRS!”

Anche se il suo futuro in Formula 1 è praticamente finito, Jenson Button ha provato a dire la sua per rendere l’azione in pista più emozionante

La carriera in Formula 1 di Jenson Button è ormai alle battute finali: dopo 17 stagioni all’attivo come pilota titolare e una come riserva alla McLaren, il Campione del Mondo 2009 è pronto per appendere il casco al chiodo. Almeno nella massima categoria automobilistica, vista la sua recente volontà di tornare a correre stabilmente ma in un’altra categoria, tra le quali la più probabile è la Super GT giapponese, dove ad agosto ha partecipato alla 1000 km di Suzuka.

Nell’attesa di diventare esclusivamente ambasciatore per il team di Woking, Button ha però voluto dare la propria opinione per quanto riguarda il futuro del Circus iridato: secondo lui, togliere il DRS sarebbe un’ottima scelta per incrementare lo spettacolo in pista, visto che i sorpassi effettuati attraverso l’utilizzo dell’ala mobile non sono per niente emozionanti.

Come pilota, vorrei che i nuovi proprietari del Circus eliminassero il DRS – ha commentato il Campione del Mondo 2009 – Nessuno trova emozionanti le manovre di sorpasso con l’ala mobile. Sarebbe bello tornare ai vecchi tempi, quando c’erano vere battaglie in pista: per esempio quando si utilizzavano i motori V10 e V8. Il primo è stato il propulsore più eccitante che ho guidato, ed anche se sono consapevole che il mondo è cambiato e l’intenzione è utilizzare le unità turbo-ibride perchè rispettose dell’ambiente… tutti i piloti mi dicono che niente può battere un V10!”. Come dargli torto…

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

1 Commento

  1. Come no…Ritorniamo ai mesti trenini di vetture incapaci di superarsi e alle litanie ‘ero più veloce ma mi è uscito davanti all’ultimo cambio gomme’.
    Certo, avere monoposto in grado di sorpassarsi senza ricorrere a questi artifici sarebbe bello, ma occorrerebbe un radicale ripensamento dell’aerodinamica delle vetture.
    E’ sconfortante comunque vedere quanto è corta la memoria di molte persone…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.