Interlagos si rifà il look per l'imminente GP del Brasile

Formula 1 | Interlagos si rifà il look per il GP del Brasile

In occasione dell’imminente GP del Brasile, il circuito di Interlagos è stato migliorato per rendere l’esperienza della F1 ancora più coinvolgente e sicura

Manca meno di una settimana all’inizio del weekend che darà il via al GP del Brasile, che come ogni anno sarà ospitato sullo storico circuito di Interlagos. Una pista che, in vista dell’arrivo delle vetture 2017 (drasticamente differenti rispetto a quelle della passata stagione), è andato incontro a un profondo rinnovamento in modo da rendere l’esperienza della F1 più coinvolgente ma, soprattutto, più sicura.

In tal senso il governo federale e la città di San Paolo hanno finanziato dei lavori per un totale di 21 milioni di reales brasiliani, l’equivalente di 5,4 milioni di Euro che hanno materializzato due tipologie di contratti differenti.
Il primo ha richiesto 3,6 milioni, che sono stati impiegati dal Ministero del Turismo in modo da rimodernare il paddock e l’intera struttura della pit-lane, mentre il secondo ha impiegato i restanti 1,8 milioni, che sono stati commissionati dal Consiglio Comunale locale in modo da garantire la sicurezza necessaria ad ospitare le nuove monoposto 2017.

Per la precisione, gli interventi hanno portato alla demolizione della vecchia sala stampa, già caduta in disuso e che ha portato all’inaugurazione di un nuovo centro con più spazio per i giornalisti, e all’apertura di nuovi accessi per il paddock, anche per le persone a ridotta mobilità.
I sistemi di telecomunicazione sono stati rinforzati, inoltre sono stati apportati degli aggiornamenti anche per quanto riguarda l’eventuale intervento dei vigili del fuoco.

Ma non è tutto, perchè il circuito di Interlagos presenterà anche una serie di migliorie per la sicurezza dei piloti una volta in pista: a tal proposito, infatti, sono state apportate delle modifiche alla “Esse Senna”, alla curva Juncao e al Subida do Cafè, assieme all’installazione di nuove barriere di pneumatici e di guardrail in vari punti dell’intero tracciato.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.