Formula 1 | GP Brasile 2017, Sebastian Vettel: “Nonostante la delusione, devo guardare avanti!”

Sebastian Vettel nonostante la delusione deve guardare avanti, in quanto deve difendere la seconda posizione nella classifica piloti! Con Lewis Hamilton sempre più agguerrito, il tedesco riuscirà a vincere le ultime due gare della stagione?

La delusione per il titolo iridato conquistato da Lewis Hamilton in Messico è ancora tanta in casa Ferrari. Sebastian Vettel infatti non si è nascosto ed ha mostrato tutto il suo rammarico, per quello che doveva essere il suo quinto titolo in carriera ed il primo con la Ferrari, ma ora deve necessariamente voltare pagina, perché ha un secondo posto nella classifica piloti da difendere. A riguardo ha affermato: “La delusione è stata davvero tanta e l’ho mostrata interamente quando è terminata la gara in Messico, ma adesso devo voltare pagina. Devo difendere la seconda posizione nella classifica piloti e perciò voglio e devo concentrarmi sulle due gare rimanenti”.

Dunque Sebastian Vettel vuole terminare al meglio la stagione, iniziando però già a lavorare in ottica del 2018. Il ferrarista non può certo permettere che Valtteri Bottas ottenga la seconda posizione nella classifica piloti a suo discapito, perciò ha dichiarato: “Nelle due gare restanti continueremo a migliorare la monoposto non solo per sfruttare al massimo il suo potenziale, ma anche in ottica del 2018. Sia io che il team vogliamo dare il massimo e non abbiamo nessuna intenzione di lasciare la seconda posizione nella classifica piloti a qualcun altro. Lotterò fino alla fine del Mondiale”.

Secondo il Presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, il Mondiale è stato perso a causa di vari motivi, compresi anche alcuni errori dei piloti, ma nonostante ciò afferma che la Ferrari ha la monoposto migliore. Tutto ciò, sembra far capire che vincere le due ultime gare è d’obbligo, quindi la pressione aumenta, anche se Sebastian Vettel a riguardo ha affermato: “Non abbiamo avuto la stagione che avremmo voluto o dovuto avere a causa di diversi motivi e su questo siamo tutti d’accordo, anche se per alcune cose avremmo potuto agire diversamente. Il mio errore più grave è stato quello di Baku. Affermare di avere la vettura migliore non aumenta la pressione, ma ci sprona a migliorarci ancora di più. E’ presto per dire se vinceremo o meno queste due gare, ma ne abbiamo sicuramente la possibilità ”.

Sebastian Vettel è affascinato dal Brasile e gli piace molto andarci. Gli piace la gente ed anche la pista, seppur le ultime modifiche fatte sul tracciato di Interlagos non lo entusiasmano più di tanto, infatti a riguardo, il pilota tedesco ha dichiarato: “Mi piace venire in Brasile, mi piacciono i tifosi brasiliani ed anche la pista, seppur le modifiche effettuate ai cordoli anno dopo anno non mi piacciono molto, preferisco il tracciato di dieci anni fa. Solitamente su questo circuito ci sono gare tanto belle quanto imprevedibili, specialmente a causa del meteo, che rende difficile far sapere in anticipo cosa accadrà qui ad Interlagos”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.