lewis hamilton 2017

Formula 1 GP Brasile 2017, Lewis Hamilton: “Essere campione non cambia nulla: voglio continuare a vincere”

Un insaziabile Hamilton arriva in Brasile con l’obiettivo di vincere anche le ultime due gare

Lewis Hamilton arriva in Brasile da quattro volte campione del mondo. Ci sarebbero tutti i motivi per rilassarsi, invece l’inglese lancia la sfida e giura di voler chiudere in bellezza la stagione con altri due GP da disputare. “Non è finita – ha detto Hamilton – essere campione non cambia il mio approccio nelle prossime gare: vengo qui per attaccare e vincere. Lavorerò sempre con lo stessa mentalità di sempre. Aiutare Bottas? Valtteri si sta giocando il secondo posto in campionato, non è lontano da Vettel, e se mi verrà chiesto di dargli un aiuto lo farò. Ma sono sicuro che lui voglia riuscirci da solo e per ora con il team non abbiamo parlato di questa cosa”.

Hamilton si sta godendo il momento, in una fase della sua carriera che gli ha regalato titoli e vittorie in gran quantità. Nelle ultime quattro stagioni, l’inglese ha conquistato tre titoli e 39 vittorie, superando Senna e Prost per numero di vittorie in carriera ed eguagliando Vettel e lo stesso Alain per numero di titoli: Sono grato per tutto quello che ho avuto. Il mio sogno è sempre stato arrivare in Formula 1 e diventare campione del mondo. Lo sono diventato la prima volta, poi è arrivato un altro titolo, poi il terzo e ora il quarto. Il mio obiettivo era diventato eguagliare Senna, ma con le vittorie che ho conquistato in questi anni potrei pormi altri obiettivi ancora più elevati, che mai avrei immaginato di arrivare a pormi. Ma non ho come obiettivo eguagliare Schumacher, non ci ho mai pensato”.

Infine qualche nota su Sebastian Vettel, il grande sconfitto, e i prossimi sviluppi della vettura: Non provo nessun odio verso Sebastian, anzi lo rispetto: è un quattro volte campione del mondo e un pilota molto forte. Ammiro di lui come sia riuscito a riprendersi dall’anno scorso e picchiare duro quest’anno. Deve essere dura per lui accettare la sconfitta, perché è stato in testa al campionato per molto tempo. So cosa si prova, ci sono passato anch’io. Sugli upgrade, non credo che avremo tanto materiale nuovo. Abbiamo continuato a sviluppare la vettura durante l’anno e per queste ultime gare non proveremo novità significative. Ma se ci sarà qualcosa per il 2018 lo proveremo di sicuro. Qualunque cosa viene introdotta per migliorare è sempre benvenuta”.

 

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d’anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l’era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.