Formula 1 | GP Abu Dhabi 2017, Sebastian Vettel: “Credo sia stata una giornata positiva”

Il pilota della Ferrari ha chiuso la prima giornata di prove libere a 149 millesimi da Lewis Hamilton, trovando un buon feeling con la monoposto

L’ultimo weekend di gara del Mondiale 2017 è iniziato ufficialmente oggi, con le prime due sessioni di prove libere. Per i due piloti della Ferrari è stata una giornata di lavoro intenso e, come ormai da consuetudine per questo Mondiale, la lotta tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton si è dimostrata fin da subito asserragliata.

Il tedesco della Ferrari si è infatti dimostrato aggressivo sin dalle prime libere, conquistando la prima posizione davanti al neo campione del mondo; nonostante l’attacco del pilota inglese durante la seconda sessione, il tedesco non si è poi perso d’animo, segnando un tempo inferiore di soli 149 millesimi a quello del pilota Mercedes.

Tutto sommato, quindi, per Vettel si è trattato di una giornata positiva, le sensazioni della monoposto erano buone e il team presume di essere molto vicino alle performance della squadra rivale. Vettel non si è però espresso in merito a un’eventuale vittoria durante la gara di domenica, anche se nel complesso la Ferrari prevede un buon weekend di gara.

“Credo sia stata una buona giornata: la macchina era buona e il bilanciamento positivo. Abbiamo avuto ottime sensazioni: se riusciremo a migliorare nella giornata di domani, come facciamo di solito, potrebbe essere una buona giornata, ma vedremo come andranno le qualifiche”.

Come altri team questo weekend, anche la Ferrari ha provato alcuni miglioramenti in vista del Mondiale 2018 ma, a riguardo, Vettel ha preferito non sbilanciarsi. Ha ammesso la decisione da parte del team di testare dei miglioramenti, ma nulla di specifico per quel che riguarda la prossima stagione.

“Abbiamo provato delle cose per migliorare la macchina, ma niente di specifico per il prossimo anno. Naturalmente, i test che vengono fatti nelle ultime gare possono essere un buon punto di partenza per la stagione successiva e la squadra è certamente già orientata verso il prossimo Mondiale. Anche se, adesso, è importante pensare a terminare al meglio la stagione”.

Scritto da: Anna Vialetto

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication.
Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime.
Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento.
La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.
Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.