fernando alonso abu dhabi 2017

Formula 1 | GP Abu Dhabi 2017, Fernando Alonso: “L’anno prossimo vogliamo altri risultati”

Alonso chiude con un dignitoso nono posto, ma si aspetta ben altro dal 2018

Cala il sipario sull’esperienza con la Honda per Fernando Alonso. Tre anni fallimentari, nei quali i migliori piazzamenti sono stati tre quinti posti: Ungheria 2015, Monaco 2016 e USA 2016. Per il resto, solo delusioni e penalità.

Per lo meno, Alonso chiude l’esperienza con Honda con un buon nono posto, che gli vale due punti e gli consente di terminare il 2017 con tre piazzamenti di fila nella top ten, a conferma di qualche timido progresso arrivato nella parte finale dell’anno.

“Il risultato è buono – ha commentato Alonso – Dopo le qualifiche di ieri, in gara abbiamo recuperato qualcosa e guadagnare due punti non è male. Abbiamo chiuso l’anno in modo dignitoso. Temevo di dovermi ritirare o di avere un incidente in questa ultima gara, invece è andata bene. È stata una gara come tante altre di questi tre anni, lottando con tutte le mie forze per arrivare a prendere qualche punto. Niente di nuovo. Ci siamo divertiti con Carlos e Felipe. Forse ci siamo focalizzati troppo su Massa, che abbiamo provato a sopravanzare con l’undercut, dimenticandoci di Sainz, che rischiava di beffarci entrambi se non si fosse fermato”.

Adesso arriva il 2018, una stagione dalla quale Alonso si aspetta risultati di tutt’altro tenore rispetto ai magri bottini degli ultimi anni.Non vedo l’ora arrivi il nuovo anno – ha commentato l’asturiano – Sarà una stagione lunga, faticosa e impegnativa. Dovremo introdurre il motore Renault sul nostro chassis e vedere se tutto funziona. Poi verranno i test e lì vedremo cosa potremo fare”.

Ma l’umore è buono, se Fernando si lascia scappare una battuta finale: “Ho osservato come si fanno i donuts con le nuove vetture e voglio capirlo bene, perché magari ci tornerà utile l’anno prossimo se vinciamo. A parte gli scherzi, auguro il meglio alla Honda e spero che anche noi della McLaren ci toglieremo delle soddisfazioni con la power unit Renault”.

 

 

Scritto da: Luca De Franceschi

Luca De Franceschi

Sono Luca, studio Lettere e seguo la Formula 1 da una decina d’anni. Mi sono appassionato a questo sport durante l’era dei successi di Michael Schumacher con la Ferrari, per poi assistere alle prime vittorie di Fernando Alonso, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. A casa ho diversi DVD sulla storia di questo sport, che mi hanno fatto conoscere i piloti e le auto del passato. Ho anche la passione dei kart, sui quali ogni tanto vado a girare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.