Formula 1 Gp Abu Dhabi Ricciardo

Formula 1 | Gp Abu Dhabi 2017, Daniel Ricciardo: “Ho sentito qualcosa di strano allo sterzo, pensavo ad una foratura…”

Daniel Ricciardo non è particolarmente felice che commenta l’ennesimo ritiro della sua Red Bull al Gp Abu Dhabi, pensando già al suo futuro con il suo team.

Le ultime gare della stagione 2017 non sono state delle migliori per Daniel Ricciardo, che ha patito vari ritiri, come è accaduto oggi al Gp Abu Dhabi ultima gara del Mondiale.

Il pilota australiano partito dalla 4° posizione alle spalle della Ferrari di Sebastian Vettel, stava cercando di svolgere la propria gara e ottenere almeno il podio e poter difendere la sua posizione in classifica da Kimi Raikkonen, dal quale era in vantaggio con sette punti. Ma l’ennesimo ritiro, il terzo consecutivo nelle ultime quattro gare, del pilota della Red Bull per un problema idraulico, non lo ha permesso di portare a casa punti e con la conseguenza di vedersi superare dal pilota finlandese della Ferrari giunto quarto al traguardo del Gran Premio, facendolo scivolare e chiudere il Campionato in quinta posizione.

Subito dopo aver parcheggiato la propria monoposto nella via di fuga, Ricciardo è stato intervistato dai giornalisti, rivelando le sensazioni percepite prima del ritiro. Inizialmente, aveva pensato ad una foratura vedendo lo sterzo indurito, per poi aver capito il reale problema avuto sulla sua vettura.

Ecco le prime parole di Daniel Ricciardo: “Inizialmente pensavo di aver forato ma poi ho scoperto che era un problema di natura idraulica. Ho sentito qualcosa di strano allo sterzo, pensavo fosse legato ad un problema con le gomme e mi sono fermato subito”.

Il Gp Abu Dhabi è stata l’ultima gara con le vetture con abitacolo scoperto. La prossima stagione, le nuove monoposto saranno dotate dell’Halo, un dispositivo che non è stato ben accolto da parte di molti addetti, tra cui anche i piloti. Anche Ricciardo non vede di buon occhio questa novità, affermando che per i piloti che saliranno nell’abitacolo non ci saranno grosse differenze.

“La presenza dell’Halo sulla monoposto non cambia molto per noi piloti. Correremo ugualmente forte. Dal punto di vista dell’estetica cambierà l’aspetto delle vetture, ma dall’interno le differenze saranno minime”, ha così spiegato il pilota australiano.

Archiviato il Gp Abu Dhabi e la stagione 2017, Daniel Ricciardo il tempo di smaltire le delusioni per questo finale di stagione, poi penserà al suo futuro e alle incognite legate al rinnovo del contratto con la Red Bull, dichiarando che nelle prossime settimane incontrerà i responsabili della squadra per valutare le migliori opzioni.

È un peccato aver subìto tutti questi ritiri nelle ultime gare. Fortunatamente è finita, adesso voglio pensare ad andare in vacanza. Per il rinnovo con la Red Bull dovremo aspettare. Penso che ci saranno delle novità verso marzo o aprile. Di sicuro ne parleremo nel corso dell’inverno, ma dopo una gara come questa l’unica cosa che voglio è andare a bere una birra”, ha così commentato in conclusione Ricciardo.

Scritto da: Giorgia Meneghetti

Giorgia Meneghetti

Mi chiamo Giorgia, 30 anni, residente a Fermo nelle Marche. Appassionata di cavalli, e di Formula 1 fin dal 1998 quando correva il mitico nonché mio idolo Michael Schumacher con la Ferrari, di cui sono tifosa sfegatata. Un’altra mia passione si chiama Fernando Alonso, un pilota che apprezzo molto, che sogno di poter incontrare un giorno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.