LAT Images

Formula 1 | GP Messico 2017, Hamilton festeggia il 4° titolo: “Ora voglio anche il 5°!”

L’iridato Lewis Hamilton non pensa a ciò che è accaduto nella gara del Messico, dove gli è bastato arrivare 9° per vincere il suo 4° titolo mondiale

Lewis Hamilton ha conquistato il 4° titolo mondiale al GP Messico. Dopo una gara molto sfortunata caratterizzata da una rimonta difficile, gli è bastato arrivare 9° con Vettel in quarta posizione per diventare quattro volte iridato.

Il pilota inglese festeggia fino al tardo pomeriggio, mentre in Italia cala la notte, e ancora non ci crede nonostante già dall’inizio della seconda metà della stagione il Mondiale pendesse verso di lui. La lotta nel 2017 si chiude così con due gare di anticipo, a sottolineare il dominio Mercedes sia in campo costruttori sia nella classifica piloti.

“Sinceramente, non sto neanche realizzando di aver vinto il quarto titolo. –dichiara Hamilton, ebbro di gioia– C’è solo l’energia da parte delle persone attorno a me, ma ci vorrà del tempo per metabolizzare tutto. Sono incredibilmente grato quando penso a ciò che è successo quest’anno e che tutto doveva essere a posto per produrre questo risultato. Non ce l’ho fatta da solo, ci sono oltre mille persone a Brackley e Brixworth che hanno creato questa bestia in grado di sfruttare al meglio le mie abilità. Ho ricevuto così tanto supporto da tutto il mondo e voglio ringraziare tutti coloro che hanno creduto in me”.

Durante i festeggiamenti Lewis Hamilton si è lanciato in una rapidissima corsa dalla zona dello stadio al paddock dell’Hermanos Rodriguez con l’immancabile Union Jack addosso.

 

“Vincere il titolo su suolo messicano, far brillare una luce positiva su un Paese che nei mesi scorsi ha attraversato un momento difficile, è molto speciale. Non importa cosa è accaduto oggi in gara. Porto la scritta “Still I rise” sul retro del mio casco, e significa che quando cadi ti rialzi e ci dai dentro più che puoi. Infatti non mi sono arreso e ci ho dato dentro. Quattro è un bel numero ma voglio anche il numero cinque ora!” conclude Hamilton. 

La sfida per eguagliare Juan Manuel Fangio è quindi aperta, ma prima il Circus deve affrontare altri due immancabili appuntamenti: il GP Brasile e Abu Dhabi.

Scritto da: Beatrice Zamuner

Beatrice Zamuner

Mi chiamo Beatrice, ho 19 anni e ho frequentato il Liceo Classico Franchetti a Mestre. Ora studio lingue all’università Ca’ Foscari e faccio parte di f1world da 3 anni. Da un anno scrivo anche in inglese e attualmente scrivo e realizzo video per MotorLAT. L’interesse per la F1 è nato dalle vittorie di un giovane ma carismatico Fernando Alonso. Da grande vorrei diventare giornalista sportiva, perché ritengo che unire passione e professione sia la cosa migliore che un individuo possa attuare in tutta la propria vita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.