Maurizio Arrivabene difeso da Sebastian Vettel

Formula 1 | Sebastian Vettel: “Maurizio Arrivabene è un vero leader!”

Mentre Sergio Marchionne afferma che la Ferrari sa come vincere, Sebastian Vettel dichiara che Maurizio Arrivabene è importante per il team. Aria di crisi in casa Ferrari?

Sebastian Vettel ha difeso il Team Principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, affermando che è un vero leader, in seguito alle insistenti voci che lo vedono lontano dalla Ferrari nel 2018. La vittoria del titolo iridato sembrava quasi certa, ma a causa di una crisi di affidabilità della vettura, questa quasi certezza è sfumata, perciò si vociferava che il presidente della squadra Sergio Marchionne, stava pensando di sostituire Maurizio Arrivabene con Mattia Binotto. Sergio Marchionne ad Austin ha affermato: “Abbiamo voluto optare per la continuità con il rinnovo di Kimi e Seb, e per ora non voglio aggiungere altro, se non che la continuità è essenziale per il team”.

Sebastian Vettel, nel frattempo è molto attento al buon lavoro che il Team Principal sta svolgendo ed infatti ha dichiarato: “In passato, Maurizio è stato spesso criticato, ma lui fa un buon lavoro ed è diventato un vero leader. E’ importante per la squadra”. Al presidente Sergio Marchionne è stato chiesto se nello specifico Maurizio Arrivabene è l’unico che deve accollarsi la responsabilità dei problemi tecnici verificatosi sulla Rossa di Maranello e lui ha risposto, dicendo: “No, no. Sia Mattia che Maurizio sono stati coinvolti nel processo, perciò assegnare la colpa ad uno o all’altro sarebbe un atteggiamento piuttosto idiota. Tecnicamente, come amministratore delegato sono coinvolto anch’io”.

L’ex direttore tecnico della Ferrari, Ross Brawn, ha espresso il suo parere dichiarando: “La squadra è troppo sotto pressione e nonostante tutto, ora dovrebbero cercare di essere tutti tranquilli, per concentrarsi e viversi al meglio le ultime tre gare della stagione”. Sergio Marchionne concorda con lui ed insiste sul fatto che la Ferrari sa come vincere, nonostante a volte si presentano cose inaspettate a cui non c’è soluzione. A riguardo ha affermato: “La cosa importante è che i problemi siano stati risolti. In questi casi la colpa non è mai di una persona. Vi sono stati molteplici eventi sfortunati e la possibilità che tutto ciò si ripeta è veramente bassa. Abbiamo anche fatto un cambiamento all’organizzazione, portando un esperto per rafforzare la qualità delle cose. Questa squadra sa come vincere”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.