News infuocate da Sky.de: nel 2018 Binotto sostituirà Arrivabene!

Formula 1 | News infuocate da Sky.de: nel 2018 Binotto sostituirà Arrivabene!

Sky Deutschland ha lanciato la bomba: visti i continui problemi, in Ferrari l’anno prossimo Binotto andrà a sostituire Arrivabene

Stavolta i tedeschi hanno spiazzato tutti. L‘emittente teutonica della nota piattaforma Sky, infatti, ha lanciato una news veramente infuocata poco dopo il termine delle prime prove libere sul circuito di Austin riguardante la line-up tecnica della Scuderia Ferrari della prossima stagione.

Visti i recenti insuccessi asiatici, i continui problemi che le Rosse stanno manifestando e alcune incomprensioni con alcuni membri dello staff, a Maranello l’anno prossimo si cambierà registro.
Parola di Sergio Marchionne, che ha la più seria intenzione di sostituire Maurizio Arrivabene con Mattia Binotto alla guida della Scuderia del Cavallino Rampante.

Inizialmente ingaggiato alla guida del reparto motori della Ferrari nel 2015, Binotto è stato poi nominato Chief Technical Officer a partire del GP d’Ungheria dello scorso anno, in sostituzione di James Allison. Con questa sua ulteriore promozione andrà quindi a terminare la risalita nella scala gerarchica del team in Rosso.
Attendiamo ulteriori aggiornamenti per confermare questa notizia, che potrebbe cambiare notevolmente gli equilibri del reparto corse del Cavallino Rampante del prossimo futuro.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.