Marchionne ci crede ancora: “La stagione non è persa, possiamo rifarci!”

Formula 1 | Marchionne ci crede ancora: “La stagione non è persa, possiamo rifarci!”

Nonostante la disfatta di Vettel a Suzuka, il commento del lunedì di Sergio Marchionne ha voluto spronare la squadra a credere ancora nel Titolo Mondiale

“La stagione non è finita, possiamo ancora rifarci”, queste le prime parole di Sergio Marchionne in un’intervista esclusiva rilasciata all’emittente Class-Cnbc. Un commento di incoraggiamento agli uomini della Ferrari, che dopo quanto è successo a Suzuka alla SF70H numero 5 avrebbero potuto benissimo lasciarsi andare a un destino che, nelle ultime gare, ha voltato le spalle alla Scuderia del Cavallino Rampante.

Invece il Presidente della Rossa si è fatto capitano della propria squadra, spronandola a credere ancora di poter recuperare il margine che ora vede Lewis Hamilton in vantaggio di 59 punti su Sebastian Vettel. Un gap difficile da colmare, ma non impossibile. “Non credo alla sfortuna perchè queste cose succedono a tutti prima o poi – ha continuato Marchionne – L’aspetto fondamentale è non perdere la fiducia che ci ha permesso di arrivare fin qui. Personalmente sono convinto che nelle prossime quattro gare riusciremo a ridurre al minimo lo svantaggio che abbiamo dalla Mercedes”.

In seguito l’argomento si è spostato specificamente su ciò che è successo in Giappone, un problema che si è rivelato essere “una candela da 59 Euro, una sciocchezza che ha messo fuori gioco una macchina che costa svariati milioni. A tal proposito dobbiamo impegnarci di più nel mantenere elevata la qualità dei nostri componenti. In tre round abbiamo visto con i nostri occhi quanto questo inconveniente abbia giocato a nostro sfavore. Lo risolveremo presto”.

Per concludere, il Presidente della Ferrari ha voluto sottolineare quanti passi avanti abbia fatto il reparto corse del Cavallino Rampante fino a questo momento della stagione. “Credo che la nostra SF70H sia allo stesso livello, se non superiore, alla Mercedes. La Red Bull? Anche il team di Milton Keynes ha migliorato parecchio, ma le loro prestazioni non condizioneranno la nostra posizione in Campionato”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.