Max Verstappen penalizzato per il sorpasso effettuato

Formula 1 | GP USA 2017, Max Verstappen e Christian Horner: “Penalità ingiusta!”

Max Verstappen e Christian Horner sono molto delusi dalla decisione presa dai commissari della FIA. Perdere un podio così è secondo loro irritante. Hanno torto o ragione?

Max Verstappen è partito in sedicesima posizione ed è stato protagonista di una spettacolare rimonta a suon di sorpassi, che l’aveva portato addirittura sul podio ad Austin, anche se non ha potuto festeggiare il terzo posto ottenuto perché secondo la FIA, il sorpasso da lui effettuato andava contro il regolamento, in quanto mentre sorpassava Kimi Raikkonen, il giovane belga è passato con le quattro ruote della sua Red Bull oltre il limite della pista, perciò la FIA gli ha inflitto una penalità di cinque secondi, che lo ha relegato in quarta posizione ed ha dovuto lasciare il gradino più basso del podio al finlandese della Ferrari.

Max Verstappen non capisce il motivo di questa penalità, anzi ha affermato che molti piloti hanno fatto quello che ha fatto lui, senza però ricevere alcuna penalità ed infatti a riguardo ha dichiarato: “Non è stato opportuno ricevere questa penalità e non c’è niente che si possa dire o fare, perché molti hanno fatto quello che ho fatto io oggi, senza ricevere alcuna sanzione. Specialmente nell’ultimo giro, mentre si cerca di dare il massimo lottando per ottenere la posizione, non si può ricevere una sanzione del genere, perché molte volte è capitato di andare oltre i limiti della pista. Decisioni del genere uccidono l’essenza di questo sport, non si può chiedere che ci sia più spettacolo e poi limitare i piloti così tanto, non è stato affatto bello rinunciare al podio in quel modo, anzi è stata la cosa peggiore che si potesse fare”.

“Credo che molti sarebbero d’accordo sul fatto che una sanzione del genere è ingiusta. Ma cosa si può fare concretamente? A me non va giù che noi piloti dobbiamo sottostare a tali decisioni, senza poter replicare. Ripeto che molti hanno tagliato le traiettorie, senza subire conseguenze però. Quando ho battagliato con Valtteri Bottas, lui stesso è andato oltre i limiti della pista per difendersi dai miei attacchi, ma non è stato penalizzato ed io stesso non ho detto nulla. Mi chiedo perché decisioni del genere vengano prese solo contro di me, anche in Messico lo scorso anno ho vissuto una situazione analoga e tutto ciò mi fa star male” ha così concluso un arrabbiato Max Verstappen.

“Sono deluso dall’incoerenza delle decisioni prese sui limiti della pista in tutto il fine settimana. Sono sconvolto, ma è stata comunque una gara magnifica”, ha così scritto su twitter un delusissimo Max Verstappen. La stessa delusione l’ha manifestata il Team Principal della Red Bull, Christian Horner che a riguardo ha dichiarato: “Penso che sia una decisione molto ingiusta, quella presa dai commissari della FIA. Anche altre vetture hanno tagliato le traiettorie per tutto il weekend di gara e non vi è stata alcuna sanzione nei loro confronti, perciò tutto questo è irritante. Max Verstappen ha fatto un ottimo lavoro, una bella rimonta e secondo me meritava il podio. Siamo stati competitivi ed abbiamo fatto una grande prestazione, ma penalità del genere fanno male”.

Scritto da: Sabrina Aceto

Sabrina Aceto

Mi chiamo Sabrina ho 25 anni e sono milanista sfegatata da quando sono nata. Quando meno me l’aspettavo, la Formula 1 mi ha stravolto la vita e grazie a Fernando Alonso e ad Ayrton Senna mi sono innamorata di questo magico sport. Avere due miti come loro è un vero onore ed essere Alonsista è pura magia! Il mio tifare per il pilota, agli occhi di molti mi rende una tifosa atipica, ma come dice il mio cantante preferito Nesli “Cosa diranno non importa, non conta più, perché alla fine ciò che resta sei solo TU!” Ed è vero, ciò che conta veramente sono le emozioni ed i valori che una persona riesce a trasmetterci, ciò che dicono gli altri non ha importanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.