GP USA 2017, Kimi Raikkonen: “Ad Austin ho corso al risparmio”

Formula 1 | GP USA 2017, Kimi Raikkonen: “Ad Austin ho corso al risparmio”

Di nuovo sul podio dopo il secondo posto dell’Hungaroring, Kimi Raikkonen ha affermato di essere stato limitato ad Austin dal risparmio di benzina e gomme

Finalmente Kimi Raikkonen ha tirato fuori gli artigli: nonostante una partenza a rallentatore, ad Austin il finlandese della Ferrari è stato in grado successivamente di recuperare terreno sui suoi avversari, rendendosi protagonista di una bella battaglia che l’ha portato a scavalcare il connazionale Valtteri Bottas e a centrare la terza posizione.

Nell’ultima parte di gara, però, Iceman ha dovuto diminuire il suo ritmo per risparmiare benzina e gomme, il che ha facilitato la rimonta di Max Verstappen, che l’ha attaccato superandolo poco prima del traguardo. Nella sua manovra, però, ha portato la Red Bull fuori dai limiti della pista, un comportamento che è stato penalizzato con cinque secondi in più sul suo tempo finale che, di fatto, hanno ridato il gradino più basso del podio, e il sorriso, a Raikkonen.

Sono molto soddisfatto da questa gara: non so se è stata la migliore della stagione, però mi sono divertito. Peccato per il fatto che per gran parte della corsa ho dovuto correre al risparmio, preservando benzina e gomme che, alla fine, sono stati gli unici miei limiti. La mia Ferrari, infatti, oggi era praticamente perfetta. Forse il finale avrebbe potuto essere migliore, per il fatto che Verstappen mi ha passato a poche curve dal termine. Ho tentato di chiudere la porta, ma poi me lo sono ritrovato a fianco e non ho potuto fare nulla. Tagliato il traguardo ero deluso… poi però mi hanno comunicato la decisione dei giudici che mi era stata ridata la terza posizione. In quel momento mi è tornato il sorriso!”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.