Valtteri Bottas nella conferenza stampa del giovedì del GP Messico

Formula 1 | GP Messico 2017, Valtteri Bottas: “Ho dovuto cambiare il mio stile di guida, ora ho individuato i problemi”

Il pilota Mercedes Valtteri Bottas, presente nella consueta conferenza stampa del giovedì, ha analizzato il suo difficile adattamento alla W08

Il quinto posto di Austin ha certificato un fatto: Valtteri Bottas è in crisi. Il pilota finlandese, dopo la pausa estiva, è stato surclassato a livello di prestazione da Lewis Hamilton e sembra esser entrato in un tunnel di negatività.

Nonostante queste difficoltà, Bottas è ancora in possibilità di agguantare la seconda posizione nel mondiale piloti, essendo distanziato di soli 21 punti da Sebastian Vettel. Nel giovedì di conferenze ha partecipato alla seconda tranche, iniziando con il congratularsi con il team per la vittoria del quarto titolo costruttori consecutivo .

“E’ una splendida sensazione far parte del team vincitore del campionato, vado fiero per questo. E’ un successo di squadra e l’esser riusciti a vincere ancora nonostante un cambio di regolamento così sostanziale è la prova della forza di questo team.”

Sono riuscito ad individuare i problemi delle ultime gare; in alcune ho faticato di più, in altre sono stato più vicino. In questo sport è sempre una questione di dettagli, anche nell’ultima gara, nonostante il risultato sono riuscito a cogliere degli aspetti positivi. Sto ancora imparando, sia come assetto che come stile di guida.”

“Lewis è stato molto forte per tutta la stagione, specialmente dopo la pausa estiva. Ha quasi sempre estratto il meglio dalla vettura grazie alla sua esperienza ed al duro lavoro, quindi merita i risultati che sta ottenendo.”

Questa macchina va guidata in un modo che va un po’ contro il mio stile di guida, dunque ho dovuto cambiarlo e farlo da un giorno all’altro non è cosa facile, è un po’ come cambiare lo swing per un golfista. Ci sono vari aspetti da capire da come preparare il giro di qualifica a come gestire la gomma, punto sul quale sono stato debole fino ad ora ma ci stiamo lavorando.”

“Voglio concludere al meglio la mia stagione e per fare questo devo proseguire nel mio lavoro, nella mia carriera sono sempre riuscito a migliorarmi agendo step by step.”

Scritto da: Samuele Fassino

Samuele Fassino

Mi chiamo Samuele, ho 19 anni. Sono un grande appassionato di motori, specie di Formula 1 nella quale spero di lavorare un giorno. Oltre ai motori le mie passioni si estendono al calcio ed alla filosofia anche se, più in generale, mi piace tenermi informato su qualsiasi tema. Sono molto determinato e cerco sempre ottenere il massimo da ogni situazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.