GP Messico 2017, Pierre Gasly: “Sono completamente impreparato per la gara”

Formula 1 | GP Messico 2017, Pierre Gasly: “Sono completamente impreparato per la gara”

Visto che ha completato solo dieci giri per problemi tecnici, Pierre Gasly ha affermato di essere impreparato per il GP del Messico

Dieci giri. Questo è quanto è riuscito a mettere assieme Pierre Gasly nell’intero weekend del Messico, tutti concentrati nelle FP2 del venerdì: nelle precedenti FP1, infatti, il pilota francese aveva lasciato il sedile della sua STR12 a Sean Gelael, mentre nel turno pomeridiano, quando era il momento di spingere sul serio, un problema al turbo gli ha impedito di proseguire il suo programma di lavoro.

Nelle libere del sabato mattina, invece, un ulteriore inconveniente alla power unit Renault della sua monoposto lo ha costretto a fermarsi in mezzo alla pista messicana: questa volta, però, i tecnici di Faenza non sono riusciti a fare in tempo nel rimpiazzare il propulsore transalpino, il che ha comportato il suo forfait anticipato per le successive qualifiche del pomeriggio.

Nonostante tutto, però, la direzione gara gli permetterà di prendere parte comunque alla gara, schierandosi all’ultimo posto in griglia assieme alle due McLaren di Vandoorne e Alonso, penalizzate per le solite, frustranti, sostituzioni di alcuni pezzi delle power unit Honda delle loro MCL32.

Insomma, sicuramente non un buon inizio di fine settimana per Gasly, il quale ha ammesso che per la gara di oggi si sente completamente impreparato: “Non ho fatto alcuna prova di partenza, non sono mai passato in pit-lane, non ho mai provato il pit-stop e non ho portato a termine alcuna prova di long run: tutto questo mi fa molto male, perchè tra l’altro la pista messicana mi è del tutto nuova. Avrei potuto tornare dal Giappone ieri in modo da fare direttamente la gara domani: in queste condizioni non ci sarebbe stata differenza nel fare in questo modo!”.

Non sono riuscito a vivere alcun weekend di gara e la cosa peggiore è stata dire ai miei ingegneri che dopo una giornata di m… come quella di ieri avremmo potuto solamente migliorare – ha sostenuto stizzito il giovane pilota francese – I tecnici della Toro Rosso hanno provato di tutto per sostituire le parti della power unit in tempo e all’inizio mi avevano già detto che non ci sarebbe stata alcuna possibilità di scendere in pista. Poi mi hanno dato l’illusione di compiere quantomeno un giro, così sono andato a cambiarmi…”.

Quando sono tornato, invece, mi hanno detto di rimettermi comodo, perchè non ce l’avrebbero fatta a riparare la mia STR12 – ha continuato Gasly – È stata una giornata molto difficile quella di ieri e ogni secondo che starò in macchina oggi sarà utilissimo per prepararci alla gara. Spero di riuscire quantomeno a fare qualche prova di partenza: non ho voglia di dire altro perchè non sappiamo se riusciremo a portare a termine i nostri piani, nel caso in cui la power unit cedesse di nuovo…”.

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.