GP Messico 2017, Lewis Hamilton: “La chiave per il successo? La serenità nel team”

Formula 1 | GP Messico 2017, Lewis Hamilton: “La chiave per il successo? La serenità nel team”

Alla vigilia dell’appuntamento messicano Hamilton ha elogiato la serenità presente nella Mercedes, giunta grazie a Bottas e che potrebbe essere migliorata in futuro grazie a Ricciardo

In questo momento della mia carriera non avrei alcun problema a confrontarmi con qualsiasi altro pilota che voglia dividere il mio box, purchè contribuisca a mantenere serenità nel team: l’armonia è importantissima per il successo di una squadra e permette a chiunque di provare piacere nel fare il proprio lavoro”, ecco la massima messa nero su bianco oggi da Lewis Hamilton, presente nella conferenza stampa del giovedì che anticipa l’inizio del weekend del GP del Messico.

Una sentenza molto importante che evidenzia il motivo principale del suo successo in questo 2017, nel quale ormai nulla sembra fermarlo dal poter conquistare il suo quarto alloro iridato. Se guardiamo all’anno scorso, quando c’era Nico Rosberg al suo fianco, in Mercedes si respirava tutt’altra atmosfera. Oggi, invece, le cose sono cambiate nettamente.

Ma come è stato possibile? Innanzitutto grazie all’arrivo del suo nuovo compagno di squadra, un Valtteri Bottas che ha portato positività e che non ha nessun problema a confrontarsi con il Supercampione di Stevenage. Il quale, a un certo punto, ha anche tirato in ballo Daniel Ricciardo, giudicandolo un’ottima futura scelta nel caso in cui il team di Brackley decidesse di dargli un’opportunità di scendere in pista con le Frecce d’Argento.

Daniel è un pilota fantastico e sarebbe un vero privilegio correre contro di lui – ha proseguito Hamilton – È un grande personaggio e ha un approccio molto positivo che trasmette alla sua squadra. È una persona molto interessante e recentemente ha anche detto che gli piacerebbe gareggiare con me: lo prendo come un complimento, perchè non tutti vorrebbero farlo”.
E visto che i contratti di Bottas e Ricciardo con le rispettive squadre terminano proprio con il finire del 2018, la possibilità di vedere l’australiano con i colori della Mercedes, date queste premesse, non è così impossibile da una sua realizzazione…

Scritto da: Giulio Scrinzi

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore.
La Formula 1 rappresenta per me un’opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? “Keep fighting”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.