lewis hamilton qualifiche messico mercedes 2017
LAT Images

Formula 1 | GP Messico 2017, Lewis Hamilton: “E’ stata una qualifica difficile, ma non sono preoccupato”

Segnando un tempo di 1:16.934, il pilota della Mercedes ha conquistato il terzo posto sulla griglia di partenza, ma si dichiara fiducioso in vista della gara

Le caratteristiche del circuito non hanno premiato la monoposto di Lewis Hamilton che, a Città del Messico, partirà dalla terza posizione, dietro alle monoposto di Sebastian Vettel e Max Verstappen.

Secondo il pilota inglese, l’asfalto scivoloso della pista ha fatto emergere alcune difficoltà della propria Mercedes, rendendo la sessione di qualifiche difficile anche per il team.

“La pole position era il nostro obiettivo oggi, ma non era destino che la conquistassimo. È stata una sessione difficile e credo che sia stato un weekend difficile nel complesso. È molto scivoloso qui e alcuni dei problemi che abbiamo con la macchina sono leggermente sottolineati da questa situazione. Ho dato tutto quello che avevo, ma il gap con le monoposto davanti era troppo grande”.

La conquista del terzo tempo, tuttavia, non ha demotivato Hamilton, convinto di avere un passo gara decisamente superiore a quanto dimostrato in qualifica; l’unico neo, secondo il pilota, rimane la difficoltà di sorpasso lungo il circuito, dato che il bisogno di ampio spazio per superare le altre vetture.

“C’è un bel pezzo di pista da percorrere prima della curva 1, quindi potremmo divertirci un po’ domani. Sto sperando di passare davanti alla partenza. Dopo di che, dovremmo puntare su una strategia da un pit stop. La folla è incredibile, c’è un sacco di energia. È come uno spettacolo dall’alto, ho visto la telecamera dall’elicottero. Quindi, vincere qui sul suolo messicano sarebbe eccezionale”.

Scritto da: Anna Vialetto

Anna Vialetto

Mi chiamo Anna, ho 24 anni, laureata in Comunicazione e attualmente studentessa in Web Marketing & Digital Communication.
Sono una ragazza determinata e testarda, con la passione per lo scrivere, i libri e gli anime.
Nonostante le numerose cadute, cerco di trovare sempre il modo per rialzarmi e dare il meglio, per me e per la mia famiglia, punto di riferimento e fonte di ispirazione in ogni momento.
La passione per la Formula 1 è iniziata circa durante gli ultimi anni dell’era Schumacher in Ferrari e, da quel momento, non mi ha più abbandonata. Il rombo dei motori, i sorpassi all’ultimo, la velocità sono tutti elementi che mi tengono incollata allo schermo e mi fanno venire la pelle d’oca.
Il team a cui sono legata è Ferrari, con cui condivido gioie, dolori, rabbia, quasi come se vivessi in prima persona l’esperienza del Gran Premio: nonostante tutto, le emozioni che la scuderia e la Formula 1 riescono a regalarmi, sono qualcosa che è difficile spiegare a parole.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Il logo F1 FORMULA 1, F1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, PIRELLI, sono marchi registrati e di proprietá dei rispettivi titolari.